dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 giugno 2012

Nissan costruisce un nuovo impianto in Cina investendo 800 milioni di dollari

La fabbrica di Dalian avrà una capacità iniziale di 150.000 auto entro il 2014 per poi raggiungere le 300.000

La Cina si tiene stretta il suo primato di mercato dell'auto più fiorente al mondo e vede sorgere l'ennesima fabbrica di vetture che farà aumentare l'occupazione nel paese, mentre in Europa - persino in Germania - si parla di chiusura e cassa integrazione. Dongfeng Motor Co., Ltd. (DFL), la joint venture Nissan in Cina, ha annunciato che costruirà un nuovo impianto di produzione a Dalian, nella provincia di Liaoning in Cina, con un investimento di 5 miliardi di RMB, pari a 800 milioni di dollari (conversione al tasso di cambio di 1 RMB a 0,16 dollari). Lo stabilimento, che produrrà vetture a marchio Nissan, avrà una capacità iniziale di produzione pari a 150.000 unità entro il 2014 per poi raggiungere le 300.000 unità. Inoltre DFL ha firmato un contratto per la fornitura di 1.000 veicoli elettrici a marchio Venucia destinati al programma pilota che l’amministrazione comunale di Dalian dovrà implementare entro il 2014. Un prototipo Venucia è stato esposto lo scorso aprile al Motor Show di Pechino 2012 e la Città di Dalian, in qualità di città pilota per i veicoli ad energia alternativa, collaborerà con il costruttore di auto per promuovere la mobilità a zero emissioni e le infrastrutture necessarie a supportarli.

Autore:

Tag: Mercato , Nissan , cina


Top