dalla Home

Attualità

pubblicato il 20 giugno 2012

Trasporto pubblico, a Roma ancora disagi per la metro B1

Tempi di attesa lunghissimi e ancora guasti tecnici. Il Codacons ha chiesto alla Procura di indagare

A Roma la nuova metro B1, inaugurata il 13 giugno dopo oltre un decennio di progettazione e realizzazione, crea ancora parecchi disagi. Mentre in strada la temperatura ha raggiunto i 35 gradi circa, nelle stazioni metropolitane i treni continuano a far aspettare i cittadini per almeno 20-25 minuti e questa mattina un altro problema tecnico - come nei giorni scorsi - ha bloccato il servizio della metro B. Ferma la tratta tra Eur Fermi e Laurentina tra le 11:50 e le 12:20, mentre un servizio di bus-navetta in superficie sostituiva il servizio di trasporto pubblico sotterraneo. E se i romani sono infuriati, le acque non sono affatto tranquille neanche tra Campidoglio, Atac e sindacati. Ieri mattina c'è stato un incontro tra le parti ed il prefetto Pecoraro ha detto che se continuano i disagi ci saranno prima diffide e poi precettazioni. Il Codacons intanto annuncia un esposto in Procura.

"Ancora una volta gli incolpevoli cittadini sono stati presi ad ostaggio dai lavoratori del trasporto pubblico - ha detto il Presidente Carlo Rienzi - I disagi, che proseguono anche oggi, sono stati immensi, con attese fino a 40 minuti e passeggeri accalcati sulle banchine. Crediamo ci siano gli estremi per una indagine della magistratura, considerato che gli utenti hanno pagato biglietti e abbonamenti ricevendo un servizio ad intermittenza". In particolare l’associazione ha chiesto alla Procura della Repubblica di Roma di accertare i fatti e le responsabilità legate ai disservizi sulle metro B e B1, alla luce dei possibili reati di interruzione o turbativa di pubblico servizio, attentato alla sicurezza dei trasporti (in relazione agli evidenti pericoli derivanti dall’affollamento di viaggiatori in banchina) e violenza privata nei confronti degli utenti. "Per quanto riguarda l’Atac - ha concluso Renzi - chiediamo all’azienda di venire incontro ai passeggeri, lasciando aperti i tornelli e sospendendo l’attività dei controllori sulle due linee, almeno fino a che il servizio non sarà tornato alla completa normalità".

Autore:

Tag: Attualità


Top