dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 19 giugno 2012

Prezzi benzina, sconti del weekend: è concorrenza o no?

I consumatori: "L'iniziativa dimostra che c'è margine perché i prezzi calino". De Vita, Up: "Ma il settore non è florido"

Prezzi benzina, sconti del weekend: è concorrenza o no?

Prima Eni, poi Q8 ed infine Esso, che si è allineata alla concorrenza offrendo uno sconto fino a 21 centesimi al litro limitandosi però al solo fine settimana scorso. Gli "scontoni" del weekendcontinuano a far discutere, anche perché negli automobilisti il sospetto che si sia rotto una sorta di tacito cartello tra compagnie che in passato ha tenuto alti i prezzi si fa sempre più certezza.

PER I CONSUMATORI E' CONCORRENZA
"Bisogna continuare in questa direzione, rendendo tali iniziative strutturali e continuative e spalmate su più giorni della settimana, hanno dichiarato Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef. "Ci aspettiamo, quindi, che tutte le compagnie operino in questo senso: vi è un ampio margine per il ribasso dei prezzi e l’iniziativa realizzata lo dimostra". Durissima la critica di Aduc alla richiesta di intervento dell'Antitrust da parte di Q8, che si è detta costretta a seguire Eni nella corsa al ribasso. Vincenzo Donvito sostiene che "Questo è il capitalismo italiano!! Con imprenditori da mercato sovietico che, quando un loro concorrente intraprende un'iniziativa tipica di un mercato concorrenziale, si sentono legittimati a ricorrere all'Antitrust – immaginiamo - per presunta concorrenza sleale del loro concorrente" e si augura che "l'Antitrust valuti irricevibile per infondatezza la richiesta di Q8 e perché magari, gli azionisti di questa azienda sovietica, mandino a casa il loro attuale direttore e amministratore delegato".

PETROLIERI: "IL SETTORE NON E' FLORIDO"
"L'Unione petrolifera su quella che è la politica commerciale delle aziende naturalmente non entra, per cui le aziende sono libere di mettere in campo le loro iniziative. Di certo questi sconti aiutano i consumatori, perché così possono trovare le condizioni più favorevoli", ha affermato il presidente dell'Unione Petrolifera Pasquale De Vita intervenendo alla trasmissione radiofonica "L'economia in tasca" su Radio Rai a proposito dello sconto di Eni. Per il presidente della Up "Quello che vorrei fosse chiaro però è che si evitasse di pensare che il settore può permettersi queste iniziative perché è florido: il settore non è florido, in questo momento i bilanci delle aziende sono assolutamente in negativo".

Autore:

Tag: Mercato , promozioni , tasse , carburanti


Top