dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 18 giugno 2012

Pirateria stradale, è stato un "folle" week end

Decine gli incidenti in cui i conducenti, dopo l'impatto, si sono dati alla fuga lasciando morti e feriti sulla strada

La pirateria stradale sta diventando una piaga sociale sempre più profonda in Italia. Lo dimostrano i numerosi casi avvenuti lo scorso week end. L'Asaps ne ha contati almeno otto e dieci persone sono rimaste ferite mentre una è morta. Il bilancio da inizio anno è così salito a 49 morti e 517 feriti, con il 63% dei pirati identificati (nel 2011 erano il 65%), di cui il 24% è risultato straniero ed il 26% ubriaco. Rimanendo a questo fine settimana venerdì notte a Milano un 25enne bulgaro ubriaco e sotto l'effetto della droga ha investito due pedoni in moto ed è stato poi arrestato dal comandante dei vigili Tullio Mastrangelo che lo ha inseguito. A Salerno un 44enne ubriaco ha investito due pedoni e dopo la fuga è stato arrestato. A Taranto un automobilista di 63 anni ha travolto un 52enne in bicicletta, è scappato, ma identificato è stato denunciato. Sabato a Ravenna un conducente che ha causato un incidente che ha coinvolto tre auto e ferito gravemente una donna è scappato omettendo i soccorsi. Chi fosse in grado di fornire informazioni utili ai fini delle indagini può chiamare la Polizia Municipale di Ravenna al 0544/482999. Infine segnaliamo che ieri a Roma, in via Prenestina, lo scontro tra un'auto pirata che è passata con il rosso ed un autobus ha causato la morte di un passeggero. Si stanno cercando testimoni.

Autore:

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top