dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 14 giugno 2012

Renault dedica giugno alla sicurezza stradale

Molte le iniziative in corso, mentre a Parigi una Twizy lavora con i Vigili del Fuoco

Renault dedica giugno alla sicurezza stradale

Renault sostiene le Nazioni Unite nel "Decennio di Iniziative per la Sicurezza Stradale" e per raggiungere l'obiettivo di dimezzare il numero delle vittime sulle strade in tutto il mondo entro il 2020 (ogni anno muoiono circa 1,3 milioni di persone sulle strade) e prosegue nella sua operazione di sensibilizzazione dei giovani. Per 11 anni, il programma educativo "Sicurezza e Mobilità per tutti" ha permesso di sensibilizzare 13 milioni di studenti delle scuole elementari e medie in 35 paesi e di distribuire 580.000 strumenti didattici. L'8 giugno, presso la Città delle Scienze e dell'Industria la finale del concorso "Le tue idee, le tue iniziative" ha permesso a 150 giovani di incontrarsi e discutere i loro piani per la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile.

Il dispositivo 10 de conduite jeune in partnership con Groupama, Total e la polizia nazionale sensibilizza ed educa sui pericoli della strada, ogni anno, 14.000 giovani degli istituti scolastici. Inizia i giovani tra i 15 e i 18 anni alla guida accompagnata su un circuito messo in sicurezza e li previene sui comportamenti a rischio (droga, alcol, velocità, inciviltà...). "Per i guidatori senior offriamo una formazione specifica in collaborazione con l'École de Conduite Française. L'idea è di aiutarli a prendere coscienza delle loro potenziali difficoltà e adattare, di conseguenza, la loro guida. A differenza di altri paesi europei, la Francia non esige una visita medica per i guidatori anziani. Questa offerta potrebbe essere proposta su larga scala al più presto", dice Jean-Yves Le Coz, Expert Leader per la sicurezza stradale del Gruppo Renault. Infine, in occasione del Mese della Sicurezza Stradale, Reanult riafferma "La Carta del conducente del Gruppo Renault" tra i suoi 128.000 collaboratori affinché essi diventino ambasciatori di una guida sicura e responsabile. Inoltre lavora a fianco dei vigili del fuoco francesi ed una Twizy adattata alle esigenze dei Vigili del Fuoco di Parigi è attualmente in fase di test.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , Renault , sicurezza stradale


Top