dalla Home

Attualità

pubblicato il 8 giugno 2012

Nissan sostiene l'Emilia Romagna

La filiale italiana della Casa giapponese in aiuto della Croce Rossa e della Protezione Civile che stanno operando nelle zone del sisma

Nissan sostiene l'Emilia Romagna

Nissan da un mano all'Emilia colpita dai terremoti del 20 e 29 maggio con un piano di aiuti articolato e concreto. La filiale italiana della Casa giapponese ha versato un contributo in denaro di 100.000 euro in favore della Croce Rossa, impegnata nelle attività di assistenza sanitaria alle popolazioni colpite dal terremoto ed al supporto psicologico anche a favore dei bambini tramite l'impiego di clown e di giochi di socializzazione. Nissan Italia ha inoltre donato un pick-up Nissan Navara alla Regione Emilia Romagna, che lo destinerà all'Agenzia Regionale della Protezione Civile.

A supporto delle popolazioni vittime dei recenti disastri ambientali è stato varato il programma Nissan Easy Restart, che offre la possibilità di acquistare una nuova autovettura Nissan, rottamando quella distrutta dal terremoto o cedendo in permuta una vettura usata, con uno sconto aggiuntivo incondizionato di 1.500 euro (IVA inclusa), cumulabile con le altre campagne in vigore. Al contributo, da richiedere in una concessionaria autorizzata Nissan, si aggiunge il finanziamento a tasso agevolato (TAN 4,99%, da 24 a 84 mesi) con prima rata a 6 mesi dalla consegna, che include 2 anni gratuiti dell'assicurazione furto e incendio Nissan Insurance, prevedendo anche la copertura da future calamità naturali per lo stesso periodo.

DONAZIONI PER I TERREMOTATI AL 45500
Ricordiamo che fino al 26 giugno è attivo il numero 45500 attraverso il quale si possono donare 2 euro in favore della popolazione colpita dall'emergenza. Il ricavato della sottoscrizione sarà destinato alle necessità indicate dalla Regione Emilia-Romagna. Si può donare inviando un sms o chiamando da rete fissa il numero 45500. Il servizio è attivo solo con gli operatori nazionali Tim, Vodafone, Wind, 3, Poste Mobile, CoopVoce, Tiscali e Noverca e su rete fissa con Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu e Tiscali. La cifra raccolta sarà interamente destinata alle popolazioni colpite. Sulle cifre non grava l'Iva e nessuna quota andrà agli operatori di telefonia.

Autore:

Tag: Attualità , Nissan , auto giapponesi , beneficenza


Top