dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 4 giugno 2012

L'auto traina Regioni, Province e Comuni

Nel 2011 le tasse sulle quattro ruote hanno fruttato 9 miliardi di euro

L'auto traina Regioni, Province e Comuni

Senza Roma a riempire i forzieri è l'auto che eroga soldi a Regioni, Comuni e Province. Con il bollo auto, di competenza regionale, aumentato del 14,9% nel 2011 sono stati incassati 6,4 miliardi di euro, mentre con l'imposta provinciale sull'Rc auto, cresciuta del 17,5%, ne sono arrivati 2,3 miliardi. In pratica, come si legge nella Relazione Annuale della Banca d'Italia, durante l'anno scorso gli enti locali hanno incassato quasi 9 miliardi di euro. Una cifra considerevole che purtroppo era stata predetta. Uno studio condotto da Econometrica, società specializzata in studi di economia, per conto di Auto Aziendali Magazine, aveva già calcolato che gli automobilisti avrebbero speso circa 8,6 miliardi in più rispetto al 2010.

Ed il mantenimento dell'auto è destinato ad essere sempre più costoso per gli italiani. A tutte queste tasse si deve aggiungere il costo del carburante, che nella "lista della spesa" figura in prima posizione. E qui si apre un triste capitolo nella storia del nostro paese. Da gennaio 2012 i consumi nei distributori sono calati del 20% circa per colpa dei listini troppo alti (vicini ai 2 euro al litro) e le accise si sono moltiplicate. Dopo quella per sostenere la protezione civile, è arrivata poco tempo fa l'accisa di 22 centesimi di euro per il terremoto in Emilia. Una situazione contro cui gli automobilisti sono chiamati a protestare partecipando allo "sciopero della benzina" indetto dall'Aci per il 6 giugno. L'adesione si esprime anche tramite Facebook.

Autore:

Tag: Attualità , bollo auto , assicurazioni , tasse


Top