dalla Home

Attualità

pubblicato il 30 maggio 2012

L'auto elettrica si venderà se costerà meno di 15.000 euro

Secondo un sondaggio gli automobilisti la vogliono anche originale e con un'autonomia di 160 km

L'auto elettrica si venderà se costerà meno di 15.000 euro

I costruttori di auto fanno la loro offerta, il governo prepara gli incentivi per i tre anni che vanno dal 2013 al 2016 e gli automobilisti dicono cosa vogliono. Per essere acquistata l'auto elettrica deve costare meno di 15.000 euro, avere un aspetto davvero innovativo e garantire un'autonomia di 160 km. Anche in fatto di ricarica le idee sono chiare: due ore è il tempo massimo desiderato per effettuare un pieno di energia. Tutte queste caratteristiche sono state messe nero su bianco da una ricerca del III Osservatorio Deloitte dell'auto elettrica che è stata presentata in occasione del convegno "E-Car 2012: anno della svolta elettrica?'".

Però la realtà è ben diversa. Le auto elettriche sono state messe in vendita nel 2011 e i risultati di vendita sono rimasti contenuti: in Italia sono state immatricolate appena 300 unità circa. Tuttavia una bella spinta dovrebbe arrivare con gli incentivi che, se approvati così come proposti, abbasseranno il prezzo di una Renault Twizy fino a 1.990 euro e quello di una ZOE a 16.650 euro. Ma l'autonomia e il tempo di ricarica sono diversi da quelli desiderati dagli italiani. Parliamo rispettivamente di circa 100 e 140 km di autonomia garantita e i tempi di ricarica sono molto variabili, anche in base al tipo di infrastruttura che fornisce l'energia. Questo principio vale ovviamente anche per tutte le altre auto elettriche e se gli italiani le vorranno acquistare dovranno essere disposti a limare qualcuna di queste richieste.

Autore:

Tag: Attualità , auto elettrica


Top