dalla Home

Mercato

pubblicato il 29 maggio 2012

John Elkann: Il Lingotto "rivedrà i target in Europa, a causa della crisi"

Il Presidente di Fiat smentisce l'acquisto di quote in Mazda e conferma che Exor non investirà in Formula 1

John Elkann: Il Lingotto "rivedrà i target in Europa, a causa della crisi"

Niente più conferme. Non ci sono ancora i numeri, ma il Presidente del Gruppo Fiat, John Elkann, ha detto al termine dell'assemblea di Exor che il Lingotto "rivedrà i target in Europa, a causa della crisi". Si sbiadisce così quel velo di ottimismo che fino ad oggi aveva sventolato l'amministratore delegato Sergio Marchionne. Il mercato europeo è troppo debole e questo mentre il costruttore italiano si appresta a scalare la controllata Chrysler fino ad ottenerne il 100%, acquisizione che Marchionne ha datato 2016. Nessun interesse invece per le azioni di Mazda, dice Elkann, che dall'assemblea ha anche reso noto di aver valutato per Exor, società che detiene anche un 60% della Juventus, un investimento nell'acquisizione dei diritti commerciali in Formula 1, ma di non essere riuscito a finalizzare per il prezzo troppo elevato.

ELKANN: IN ITALIA SI PUO' INVESTIRE, MA...
"Il 2012 è un anno che è partito bene negli USA, ma stiamo vedendo difficoltà in Europa. Un incremento in America ci sarà nella seconda metà del 2012". Gli Stati Uniti restano quindi un terreno fertile ed in ascesa che non ha bisogno di revisioni e, sebbene il mercato dell'auto italiano stia vivendo un momento così difficile, il nostro Paese resta - dice Elkann a Milano Finanza - un luogo dove si può investire, "però questa deve essere una volontà, non si può aspettare sia un fatto dovuto". Come ricorda il quotidiano economico la maggior partecipazione di Exor nel nostro Paese sono Fiat Spa e Fiat Industrial che ora si sta cercando di semlificarne nella struttura del capitale. "Abbiamo visto come il mercato ha accolto la proposta di semplificazione di Fiat e Fiat industrial e stiamo valutando con attenzione queste ipotesi" presentate da advisor e banche d'affari, ha spiegato il top manager a MF.

IL GRUPPO FIAT NON ENTRERA' IN MAZDA
Il Gruppo Fiat è interessato a scalare Chrysler, non altre aziende. "Non abbiamo nessun interesse ad acquisire quote Mazda. Abbiamo soltanto interesse a sviluppare questo prodotto, si tratta di un accordo legato al Duetto", ha precisato John Elkann, spiegando che l'accordo con la casa giapponese è solo "uno dei tanti accordi che Fiat fa ha fatto e farà sulla capacità di fare prodotti e non c'é dubbio che Mazda ha una competenza specifica per fare le spider che pochi hanno nel mondo".

Autore:

Tag: Mercato , torino


Top