dalla Home

Eventi

pubblicato il 28 maggio 2012

L’Alfa Romeo domina il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2012

Doppia vittoria per la 6C 1750 GS Coupé Figoni del 1933, con l’Alfa Romeo 4C che vince fra le concept

L’Alfa Romeo domina il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2012
Galleria fotografica - Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé FigoniGalleria fotografica - Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni
  • Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni - anteprima 1
  • Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni - anteprima 2
  • Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni - anteprima 3
  • Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni - anteprima 4
  • Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni - anteprima 5
  • Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni - anteprima 6

Nel week-end del Concorso d'Eleganza Villa d'Este (26-27 maggio 2012) il marchio Alfa Romeo ha brillato di luce propria con una serie di vittorie cui la Casa del Biscione sembra ormai abbonata quando si parla di auto storiche e design. Regina del più importante evento di questo tipo in Europa è stata l'Alfa Romeo 6C 1750 GS Coupé Figoni del 1933, appartenente al collezionista canadese David Cohen. La splendida due porte bicolore ha infatti vinto tre riconoscimenti: la prestigiosa Coppa d'Oro, il Primo Premio assegnato per Referendum a Villa D'Este, il Trofeo BMW Group Italia, quello assegnato dal pubblico di Villa Erba e il Trofeo BMW Group conferito dalla giuria a Villa d'Este. Per l'Alfa Romeo si tratta di una conferma importante che va a suggellare la tripletta ottenuta lo scorso anno.

L'ALFA 4C VINCE FRA LE CONCEPT
La Casa italiana ha dominato anche nella categoria concept car, con l'Alfa Romeo 4C che ha vinto battendo l'agguerrita concorrenza di Pininfarina Cambiano, Italdesign Giugiaro Brivido e Lexus LF-LC. L'Alfa Romeo 4C è stata insignita del Design Award for Concept Cars & Prototypes attribuitole dal pubblico di Villa Erba, un pubblico di appassionati che ha così voluto esprimere la soddisfazione e l'interesse verso una piccola coupé sportiva italiana a trazione posteriore che manca da anni.

UNA TATRA, SU STRADA DALLA SLOVACCHIA
La giuria di Villa d'Este ha anche assegnato altri riconoscimenti: il trofeo FIVA per l'auto anteguerra meglio conservata è andato alla Avions Voisin C 25 Berline Aerodyne (1935) dello svizzero René Rey, mentre il Trofeo ASI per la vettura del dopoguerra meglio conservata è stato assegnato alla Porsche, 917/K Coupé (1969) del britannico Mark Finburgh. L'auto meglio restaurata è stata giudicata la Ford GT 40 Mk3 Coupé (1968) di Gary W. Bartlett, il premio per la più elegante Rolls-Royce è andato alla Silver Ghost Picadilly Roadster (1922) di Caesar Peier e l'auto più iconica è stata votata la Mercedes-Benz 300 SL Coupé Gullwing (1956) di Lionel Scotto le Massese. Non manca neppure il premio per il migliore design degli interni (Ferrari 250 Europa Coupé Vignale, 1954 - Heinrich Kämpfer), il design più eccitante (Lamborghini LP 400 Countach Coupé Bertone, 1975 - Paul van Doorne) e l'auto arrivata su strada da più lontano (Tatra 87 Sedan Aerodynamic Ringhoffer, 1939 - Karol Pavlu, Slovacchia).

Galleria fotografica - Villa d'Este 2012: le auto in concorsoGalleria fotografica - Villa d'Este 2012: le auto in concorso
  • Villa d\'Este 2012: le auto in concorso - anteprima 1
  • Villa d\'Este 2012: le auto in concorso - anteprima 2
  • Villa d\'Este 2012: le auto in concorso - anteprima 3
  • Villa d\'Este 2012: le auto in concorso - anteprima 4
  • Villa d\'Este 2012: le auto in concorso - anteprima 5
  • Villa d\'Este 2012: le auto in concorso - anteprima 6

Autore:

Tag: Eventi


Top