dalla Home

Interviste

pubblicato il 28 maggio 2012

La Alpine è pronta a tornare, parola di Carlos Tavares

A Montecarlo il direttore operativo di Renault ha spiegato ad OmniAuto.it la strategia del rilancio

La Alpine è pronta a tornare, parola di Carlos Tavares
Galleria fotografica - Renault Alpine A 100-50 a MontecarloGalleria fotografica - Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo
  • Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo - anteprima 1
  • Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo - anteprima 2
  • Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo - anteprima 3
  • Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo - anteprima 4
  • Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo - anteprima 5
  • Renault Alpine A 100-50 a Montecarlo - anteprima 6

Carlos Tavares, portoghese di 53 anni, è il direttore operativo di Renault. Appassionato di Motorsport, oltre ad essere il braccio destro di Carlos Goshn, vanta un buon passato da pilota. Chi meglio di lui poteva celebrare i 50 anni dell'Alpine nella splendida cornice del Gp di Monaco, coniugando il ruolo del top manager del brand francese con la passione per l'attività sportiva? Ha indossato tuta ignifuga e casco per essere il protagonista della... rimessa in moto di un marchio francese glorioso che da qualche anno era finito in naftalina. Dovevano essere pochi giri dimostrativi, per mostrare al mondo intero la Renault Alpine A110-50, la concept-car disegnata da Laurens van den Acker, ma il portoghese ci ha preso gusto aumentando il ritmo giro dopo giro. Si è esibito sulle stesse strade del Principato sulle quali Mark Webber ha vinto domenica il Gp di Formula 1 con la Red Bull Racing RB8 motorizzata Renault. Per la Casa francese, quindi, un week end da incorniciare, destinato a diventare una tappa importante della storia del marchio. All'interno dell'Energy Station, la mega-hospitality della Red Bull Racing montata alla radice del Porto dove c'è il paddock della Formula 1, Carlos Tavares ci ha spiegato quali saranno le strategie di Renault sul ritorno dell'Alpine "Abbiamo voluto celebrare il cinquantennale dell'Alpine, omaggiando con un modello speciale la Berlinette per tutto quello che ha rappresentato nella storia della Casa di Dieppe. L'anniversario è una data molto importante perché ha creato le condizioni per riproporre una nuova concept car come la A110-50. Un concetto che esprime le nuove linee di tendenza stilistiche di Renault, ma che si allaccia alle radici del marchio".

OmniAuto.it: Avete deciso di rilanciare l'Alpine, ma produrrete la A110-50?
Tavares: "La decisione non è stata ancora presa, ma arriverà nel corso dell'anno. La A110-50 serve a celebrare i 50 anni per ridare vigore a quello che la Berlinette ha rappresentato e rappresenta per l'Alpine. Vogliamo soddisfare l'attesa che c'è, dal momento che la Renault ha bisogno di un marchio sportivo...".

OmniAuto.it: Punterete sul modello o sul marchio?
Tavares: "L'idea è di rilanciare il marchio attraverso un modello. E sarà un progetto che nascerà su un modello che abbiamo già immaginato. E siamo sicuri che sarà quello giusto...".

OmniAuto.it: Cosa ha provato nel girare a Montecarlo sulla pista del Gran Premio?
Tavares: "E' stata una grande emozione! Quando sono arrivato sul rettilineo con la A110-50 c'era un muro di fotografi che aspettava di scoprire finalmente questa macchina: era percepibile il clima speciale che si respirava per l'attesa che si era creata nel pubblico e negli invitati. Ho respirato l'aria delle corse e l'effetto della sorpresa è stato molto forte e positivo. Per me è stato un privilegio poter rispondere a questa grande attesa che si è generata intorno all'Alpine".

OmniAuto.it: Quanto tempo bisognerà aspettare per vedere la A110-50 in produzione?
Tavares: "Quando prenderemo una decisione dovremo essere in grado di produrre una macchina eccellente. Contiamo di avere la carta bianca entro la fine dell'anno per definire l'eventuale progetto".

OmniAuto.it: La Renault produce vetture a trazione anteriore: con l'Alpine tornereste alla trazione posteriore?
Tavares: "Certo, l'Alpine è un marchio sportivo. Abbiamo già detto che siamo aperti al motore posteriore. L'Alpine è un marchio sportivo".

OmniAuto.it: E resterà un marchio tutto francese o saranno possibili delle collaborazioni?
Tavares: "Ho letto quello che è stato scritto sulla possibile collaborazione con la Mercedes, ma non facciamo confusione: Alpine è un marchio di vetture sportive francese che appartiene al patrimonio del gruppo Renault. Noi rispetteremo alla lettera la sua storia, perché quella è la forza del marchio. Il nostro modesto ruolo sarà quello di scrivere un capitolo nuovo della storia restando fedeli alla filosofia della Casa. Le vetture saranno costruite in Francia e saranno macchine all'avanguardia, con soluzioni innovative e materiali evoluti".

OmniAuto.it: La bellissima A110-50 che nasce con le spoglie della Megane Trophy ha buone possibilità per diventare una vettura che vedremo non solo sulle strade, ma anche in pista. Gli analisti della Renault, infatti, stanno studiando una sua collocazione sul mercato in una fascia di prezzo interessante...
Tavares: "Non troppo basso, ma nemmeno troppo alto" chiosa sorridendo Carlos Tavares, e c'è chi azzarda un prezzo di circa 50 mila euro per dare un'unità di misura. Se la carrozzeria è in carbonio con le linee che si ispirano al futuro, il telaio è un tradizionale traliccio di tubi piuttosto economico...".

Autore: Franco Nugnes

Tag: Interviste , interviste


Top