dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 maggio 2012

Il Gruppo Fiat ha sospeso i rapporti con l'Iran

Per allinearsi alla diplomazia internazionale saranno adempiuti solo gli obblighi giuridicamente vincolanti per gli impegni già esistenti

Il Gruppo Fiat ha sospeso i rapporti con l'Iran

Il Gruppo Fiat si schiera a fianco della diplomazia internazionale e prende una decisione commerciale dal forte sapore politico. "Per una soluzione diplomatica delle questioni relative ai rapporti con l'Iran", l'azienda italiana sospende immediatamente tutte le sue attività con questo paese. "Le sue società controllate non svolgeranno più attività relativamente a prodotti o componenti la cui destinazione finale nota sia l'Iran", spiega il Lingotto, precisando che saranno adempiuti gli obblighi giuridicamente vincolanti per i limitati impegni già esistenti. A questo punto il costruttore ricorda che le vendite a soggetti iraniani concluse negli scorsi anni da società controllate di Fiat sono state non significative dal punto di vista sia quantitativo, sia qualitativo e che hanno interessato prodotti esclusivamente ad uso civile. Infine il Gruppo italiano ci tiene a specificare che "le attività delle società controllate da Fiat che hanno intrattenuto rapporti commerciali con società iraniane sono sempre state condotte in conformità a tutte le normative applicabili incluse quelle dell'ONU, dell'Unione Europea e dell'Italia".

Autore:

Tag: Mercato , auto italiane


Top