dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 25 settembre 2006

Ford Focus CC

Ford Focus CC
Galleria fotografica - Ford Focus CCGalleria fotografica - Ford Focus CC
  • Ford Focus CC - anteprima 1
  • Ford Focus CC - anteprima 2
  • Ford Focus CC - anteprima 3
  • Ford Focus CC - anteprima 4
  • Ford Focus CC - anteprima 5
  • Ford Focus CC - anteprima 6

Era dai tempi della Escort che Ford Europa non offriva una versione aperta del suo modello destinato al segmento C. Probabilmente distratta dalle altre nicchie di mercato aveva lasciato questo vuoto che ora viene colmato dalla Focus CC o "Coupè - Cabriolet" che dir si voglia.

Il ricorso alla soluzione del tetto metallico ripiegabile è in pratica diventata obbligatoria per tutti i costruttori, in virtù degli innegabili vantaggi che è in grado di offrire rispetto alla classica copertura in tela. Per restare nell'orbita Ford, anche un baluardo della semplicità come Mazda MX-5 si è dovuta inchinare a questa scelta, offrendola in alternativa a quella tradizionale; e siamo pronti a scommettere che i numeri di vendita presto volgeranno a favore dell'ultima arrivata.

La Focus CC, progettata e sviluppata con Pininfarina S.p.A., che ne curerà anche la costruzione, presenta una linea che ricalca sostanzialmente quella della berlina da cui deriva: il frontale è praticamente identico, caratterizzato sportivamente come la versione ST, mentre la parte posteriore abbandona i tratti un po' spigolosi e tesi assumendo forme più morbide e classiche.

Lunga 4,509 metri, presenta uno sbalzo posteriore piuttosto accentuato, che appesantisce leggermente l'aspetto della coda. L'hard top pieghevole è diviso in due parti ed impiega 29 secondi per completare il ciclo di apertura o di chiusura. Sono stati eseguiti vari adeguamenti al livello di sospensioni per garantire una guidabilità ottimale, a cui contribuisce anche l'eccellente rigidità torsionale che, specie a tetto chiuso, raggiunge ottimi livelli.

Per rendere più riconoscibile la vettura sono stati studiati colori della carrozzeria esclusivi.
Anche gli interni, mutuati dalla berlina, possono contare su accostamenti cromatici e materiali dedicati, che le conferiscono un aspetto più raffinato.

In base alle misure comunicate l'abitabilità posteriore, spesso tallone d'Achille delle CC, promette misure record, così come la capacità del bagagliaio, che varia da 248 a 534 litri a seconda del posizionamento del tetto.

La parte motoristica si avvale di due noti propulsori 2.0 litri già presenti nella gamma Ford: il Duratec HE benzina da 145 Cv e coppia di 185 Nm a 4.500 giri e il Duratorq TDCi da 136 Cv e coppia di 320 Nm a 2.000 giri. Praticamente coincidenti le prestazioni dichiarate con un tempo di 10,3 secondi nel classico 0-100 kmh. e velocità massima nell'ordine dei 205 km/h.
Entrambi i motori promettono riprese pronte e fluidità di marcia, elementi necessari al raggiungimento di quella piacevolezza di guida che esalta la marcia open air.

I prezzi non sono stati ancora comunicati, ma confidiamo nella politica Ford, che da sempre cerca di offrire prodotti validi a costi competitivi.

Scegli Versione

Autore: Giovanni Ceccarelli

Tag: Anticipazioni , Ford


Top