dalla Home

Mercato

pubblicato il 24 maggio 2012

BMW-Brilliance si espande in Cina con lo stabilimento di Tiexi

E’ la seconda fabbrica della joint venture a Shenyang ed ha un potenziale di 400.000 vetture all’anno

BMW-Brilliance si espande in Cina con lo stabilimento di Tiexi
Galleria fotografica - Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a TiexiGalleria fotografica - Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi
  • Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi - anteprima 1
  • Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi - anteprima 2
  • Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi - anteprima 3
  • Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi - anteprima 4
  • Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi - anteprima 5
  • Nuovo stabilimento BMW-Brilliance a Tiexi - anteprima 6

Il già ampio impegno produttivo di BMW in Cina si amplia con l'apertura di un secondo stabilimento, questa volta a Tiexi, distretto di Shenyang, capoluogo del Liaoning. Grazie alla nuova fabbrica la capacità produttiva di BMW-Brilliance aumenterà di colpo di 200.000 unità annue, portando il totale dei due stabilimenti di Shenyang a quota 300.000. Potenzialmente si potrà arrivare "fino a 400.000 pezzi all'anno a seconda degli sviluppi di mercato", come ha detto Norbert Reithofer, presidente del consiglio di amministrazione di BMW AG, durante l'inaugurazione del sito produttivo di Tiexi. La joint venture fra BMW e Brilliance vede quindi un'iniezione di 500 milioni di euro che porta il totale investito nel progetto cinese a quota 1,5 miliardi di euro dall'avvio nel 2009.

A Tiexi verranno assemblate le "passo lungo" BMW Serie 3Li, Serie 5 LWB, la BMW X1 (tutte per la Cina), mentre in un terzo stabilimento di Shenyang è già stata avviata la produzione del motore 2.0 benzina a quattro cilindri. Per BMW si tratta delle prime linee produttive di propulsori al di fuori dell'Europa, segno che nel grande paese orientale la Casa dell'Elica fa veramente sul serio. Entro pochi anni le nuove strutture daranno lavoro ad altri 2.500 cinesi che si andranno ad aggiungere agli 8.000 già impiegati per far fronte alle vendite interne che nei primi quattro mesi del 2012 sono arrivate a 107.211 veicoli e che secondo Reithofer "avranno un tasso di crescita a due cifre". Un aspetto interessante dell'impianto di Tiexi è quello ambientale, che si concretizza nell'adozione di più di 60 misure specifiche per l'ottimizzazione delle risorse energetiche, l'efficienza dei processi produttivi, l'utilizzo dell'acqua e le emissioni verso l'esterno, soprattutto quelle del reparto verniciatura.

Autore:

Tag: Mercato , Bmw , auto europee , auto cinesi , produzione , dall'estero , cina


Top