dalla Home

Attualità

pubblicato il 23 maggio 2012

Finalmente le auto blu diminuiscono, ma al Sud si spreca ancora

Il Ministero della PA rende noti i primi risultati del monitoraggio 2012: 890 auto blu in meno nei primi quattro mesi del 2012

Finalmente le auto blu diminuiscono, ma al Sud si spreca ancora

890 auto blu in meno nei primi quattro mesi del 2012. E' quanto comunica il Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione presentando i primi dati del censimento permanente 2012 sulle vetture nella disponibilità delle PA centrali e locali al 30 aprile. La riduzione, spiega il Ministero, è il saldo tra 600 nuovi contratti (per il 65% rinnovi di contratti di noleggio) e 1.490 cessazioni o dismissioni. La maggior parte sono auto blu, cioè quelle di rappresentanza in uso ai vertici delle amministrazioni o comunque quelle di servizio guidate da un autista, mentre le auto di servizio senza autista, le cosidette "auto grigie", risultano in leggero aumento. "La diminuzione delle auto blu è stata in realtà pari a 1.184 unità, - spiega una nota - quindi superiore al calo totale,  in quanto molte amministrazioni hanno modificato le classificazioni sulle modalità di utilizzo delle autovetture  destinando ai servizi operativi senza autista vetture precedentemente assegnate ad personam".

QUANTO CI COSTANO
Le nuove acquisizioni, sempre al 30 aprile, hanno riguardato, nell'87% dei casi auto grigie, e solo nel 13% dei casi auto blu o grigie con autista. Le nuove acquisizioni per il 34% dei casi sono state effettuate in proprietà, mentre equivale al 64% la quota di noleggi e leasing. La procedura più utilizzata per le acquisizioni è stata la convenzione Consip (48,5%) seguita da quella negoziata (28,3%). Il costo medio di acquisizione in proprietà delle nuove auto risulta pari a 11.068 euro, mentre il costo medio annuale dei noleggi è pari a 8.920 euro per vettura.

PIU' A SUD CHE A NORD
La diminuzione di auto blu risulta percentualmente molto più accentuata nelle amministrazioni centrali, dove la riduzione nel quadrimestre è stata del 20%, mentre nelle amministrazioni locali la riduzione delle auto blu è stata del 7 %. Le auto blu risultano per il 20% in carico alle amministrazioni centrali e per l'80% nelle amministrazioni locali: 40% nei Comuni, 15% nelle ASL, 8% nelle Provincie, 7% nelle Regioni. Le auto con autista sono di più nelle regioni del Sud: si arriva fino al 29,5% della Campania, a fronte di percentuali nelle regioni del Nord che vanno dal 3% dell'Emilia Romagna all'8/9% di Liguria e Lombardia.

Autore:

Tag: Attualità , auto blu


Top