dalla Home

Novità

pubblicato il 22 settembre 2006

10 anni di Audi A3

10 anni di Audi A3
Galleria fotografica - 10 anni con Audi A3Galleria fotografica - 10 anni con Audi A3
  • Audi A3 my2005 - anteprima 1
  • Audi A3 my2005 - anteprima 2
  • Audi A3 my2005 - anteprima 3
  • Audi A3 my2005 - anteprima 4
  • Audi A3 my2005 - anteprima 5
  • Audi A3 my2005 - anteprima 6

Sono passati esattamente 10 anni da quando Audi lanciò per la prima volta sul mercato A3. Da settembre 1996 ne sono state vendute più di 1,5 milioni di unità e, per Ingolstadt, è da considerarsi un vero successo.

Audi, a metà degli anni '90, ha introdotto quindi un nuovo linguaggio formale in quanto a vetture compatte, una formula che subito ha trovato i favori della clientela e della critica. A3 si aggiudicò infatti una serie di riconoscimenti internazionali e nel 1998 le fu conferito l'ambito "Bundespreis für Produktdesign" dal Ministero dell'economia tedesca. Al suo debutto la compatta era disponibile solo a tre porte mentre, per la versione a cinque porte, bisognò attendere fino alla primavera del 1999.

Componenti high-tech, quali le testate a cinque valvole per cilindro, i Turbo e la trazione integrale permanente "quattro", tutti presenti nel modello di punta S3 del 1999, hanno esaltato la posizione di preminenza della Audi A3 rispetto alle concorrenti di quegli anni. Al termine della produzione della prima generazione a metà del 2003, ben 881.000 vetture erano uscite dall'impianto di Ingolstadt. Inoltre, fino a metà del 2006 nello stabilimento brasiliano di Curitiba, sono state prodotte all'incirca altre 55.000 unità della A3 di prima generazione.

L'indiscusso appeal della compatta Audi ha giocato, e sta ancora giocando, un ruolo fondamentale sotto il punto di vista commerciale dato che, nonostante a livello di componistica A3 sia identica ad altri modelli più economici del gruppo Volkswagen, buona parte della clientela continua a preferirla a dispetto di un prezzo di acquisto sensibilmente più elevato. Questa componente però è parzialmente giustificata dall'ottimo valore residuo dell'usato che A3 assicura, sin dalla prima generazione. Sei anni dopo il suo lancio sul mercato infatti, un'analisi di Eurotax-Schwacke l'aveva eletta ad auto dal valore più stabile della classe delle compatte; chi vendeva una A3 usata di due anni, nel 2002 poteva contare sul 75 per cento del prezzo della vettura nuova.

Con la seconda generazione di A3 del 2003, Audi ha semplicemente potenziato quelli che erano i punti di forza della precedente serie anche se il favorevole impatto con il pubblico non è stato certo paragonabile a quello del 1996. Per sottolineare poi come le esigenze di mercato si siano in questi anni evolute, nel 2004 la Casa tedesca non ha introdotto semplicemente una versione 5 porte di A3, ma ha creato Sportback, una vettura molto simile alla 3 porte ma dalla fisionomia sensibilmente differenziata.

Il salto qualitativo non è stato avvertibile solo esteticamente, ma in particolar modo nella tecnologia presente all'interno e sotto al cofano delle vetture. Il sofisticato autotelaio con asse posteriore a quattro bracci e l'innovativo cambio con doppia frizione S tronic ne sono solo un esempio mentre, i motori FSI, TFSI e diesel TDI, rappresentano un'offerta propulsiva molto efficace.

Unica differenza con il passato è forse la "concorrenza di Casa Volkswagen" (come Golf o Leon), oggi più che mai migliorata e pronta a mettere in evidenza come le differenze che si incontrano sui listini non siano sempre giustificate da ragioni di marketing.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Novità , Audi


Top