dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 22 maggio 2012

Terremoto Emilia: in vista nuovi aumenti sui carburanti

Il Consiglio dei Ministri potrebbe decidere oggi l'incremento di 5 centesimi/litro per le accise di benzina, gasolio e GPL

Terremoto Emilia: in vista nuovi aumenti sui carburanti

Per fare fronte all'emergenza del terremoto in Emilia che domenica scorsa ha colpito le province di Ferrara e Modena il governo potrebbe decidere di aumentare le accise sui carburanti fino a 5 centesimi di euro al litro. Il Consiglio dei Ministri che dovrebbe riunirsi oggi ha all'ordine del giorno la dichiarazione di stato di emergenza per le zone colpite dell'Emilia-Romagna e della Lombardia e un incremento delle entrate per reintegrare il Fondo nazionale della Protezione Civile appena riordinato. In realtà, oltre all'aumento delle accise sui carburanti ''fino ad un massimo di 5 cent euro/litro'', la legge prevede che ci siano "in combinazione" anche riduzioni di spesa.

Ricordiamo che il ricorso all'incremento delle accise sui carburanti è il modo più rapido e sicuro per lo Stato di ottenere liquidità, un sistema cui si è ricorso l'ultima volta nell'autunno del 2011, quando le alluvioni in Liguria e Toscana fecero segnare un +9 millesimi di euro su benzina e gasolio. Terremoti degli anni passati che ancora gravano sul prezzo dei carburanti sono invece quelli del Belice (1968 - 10 lire), del Friuli (1976 - 99 lire) e dell'Irpinia (1980 - 75 lire). Il ventilato aumento delle accise andrebbe a inserirsi in una fase di calo dei prezzi praticati alla pompa, le cui medie nazionali stanno a 1,839 euro/l per la benzina, 1,735 euro/l per il gasolio e 0,843 euro/l per il GPL.

Autore:

Tag: Attualità , carburanti


Top