dalla Home

Novità

pubblicato il 21 maggio 2012

Nuova gamma MINI John Cooper Works

I motori più efficienti consumano fino a 0,5 l/100 km in meno

Nuova gamma MINI John Cooper Works
Galleria fotografica - Nuova gamma MINI John Cooper WorksGalleria fotografica - Nuova gamma MINI John Cooper Works
  • Nuova gamma MINI John Cooper Works - anteprima 1
  • Nuova gamma MINI John Cooper Works - anteprima 2
  • Nuova gamma MINI John Cooper Works - anteprima 3
  • Nuova gamma MINI John Cooper Works - anteprima 4
  • Nuova gamma MINI John Cooper Works - anteprima 5
  • Nuova gamma MINI John Cooper Works - anteprima 6

Il prossimo mese di luglio coincide con la nascita della nuova gamma MINI John Cooper Works, migliorata nell'efficienza delle motorizzazioni 1.6 Twin Scroll. Se le potenze e i picchi di coppia restano invariati, vengono infatti ridotti livelli di consumo ed emissioni e con l'introduzione della MINI Countryman John Cooper Works il numero delle piccole sportive inglesi sale a sei. Inedita è anche la possibilità per tutte le "JCW" di montare il cambio automatico 6 marce.

E' TEMPO DI TRAZIONE INTEGRALE
La più recente delle JCW è la MINI John Cooper Works Countryman, dotata del motore da 218 CV e 280 Nm (in overboost), trazione integrale MINI ALL4 e un consumo combinato di 7,4 l/100 km (172 g/km di CO2). Questo modello si caratterizza per una velocità massima di 225 km/h e uno scatto da 0 a 100 orari in 7,0 secondi. Oltre alla MINI John Cooper Works Countryman la nuova gamma di sportive comprende la tre porte MINI John Cooper Works, la "quasi familiare" MINI John Cooper Works Clubman, la decapottabile MINI John Cooper Works Cabrio e le biposto MINI John Cooper Works Coupé e MINI John Cooper Works Roadster.

211 CV PER TUTTE LE ALTRE
Su tutti gli altri modelli è installato il noto 1.6 Twin-Scroll della MINI Cooper S, con blocco cilindri e i carter dei cuscinetti realizzati in alluminio, pistoni rinforzati, una testata cilindri ad elevata resistenza e albero motore alleggerito. Le valvole di scarico riempite di sodio migliorano il raffreddamento del motore turbo; l'albero a camme sul lato di aspirazione ha fasatura regolabile in continuo e il turbocompressore con una pressione di sovralimentazione superiore a quella della MINI Cooper S. Lo speciale impianto di scarico è riconoscibile dal doppio terminale in acciaio inox lucidato. Al di fuori della nuova Countryman, tutta la gamma John Cooper Works sfrutta la motorizzazione da 211 CV e 260 Nm fra 1.850 e i 5.600 giri/min (280 Nm in overboost) e utilizza la tecnologia MINIMALISM per ottimizzare l'efficienza. Le basi di questo sistema sono il Brake Energy Regeneration che sviluppa corrente elettrica per la rete di bordo nelle fasi di rilascio e di frenata, la funzione Automatic Start/Stop in abbinamento al cambio manuale e l'indicatore di cambiata ottimale, oltre al servosterzo elettromeccanico.

FINO A -0,5 L/100 KM
Il risultato più tangibile di questa operazione di affinamento è una riduzione dei consumi che a seconda delle versioni arriva a 0,5 l/100 km. Riassumendo le caratteristiche tecniche, la rinnovata John Cooper Works arriva a 238 km/h, passa da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi e consuma mediamente 6,6 l/100 km, mentre le rispettive prestazioni della MINI John Cooper Works Clubman sono pari a 238 km/h, 6,8 secondi e 6,7 l/100 km. La MINI John Cooper Works Cabrio accelera da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi e marca una velocità massima di 235 km/h con un consumo combinato di 6,8 l/100 km. Le più performanti del lotto restano le MINI John Cooper Works Coupé e John Cooper Works Roadster, che arrivano rispettivamente a 240 e 237 km/h, con uno scatto da fermo a 100 km/h in 6,4 e 6,5 secondi; il consumo combinato delle due biposto è pari a 6,6 e 6,8 l/100 km con emissioni di CO2 a quota 153 e 157 g/km.

Autore:

Tag: Novità , Mini , auto inglesi , nuovi motori


Top