dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 maggio 2012

Acquisto dell'auto? Internet è la prima risorsa

Un concessionario su due vende tra il 30 e il 50% delle auto grazie alla Rete. Sono i dati di una ricerca di Google Italia presentata ad Automotive Dealer Day

Acquisto dell'auto? Internet è la prima risorsa

Internet batte le fonti tradizionali per acquisire informazioni sui modelli di auto: negli ultimi due anni le ricerche nella categoria 'auto brands' sono cresciute del 68%, del 45% quelle relative all'automotive, del 67% quelle nella categoria 'auto parts' e del 60% per 'auto sales'. È quanto emerso oggi all'Automotive Dealer Day di Quintegia in corso a Veronafiere dove è stata presentata la ricerca "L'azienda è diventata digitale" a cura di Google Italia, secondo cui la prima fase di analisi e studio delle caratteristiche e dei modelli di auto che prelude all'acquisto avviene on line, soprattutto per l'usato che è la sezione più navigata dei siti d'auto. Dalla ricerca emerge che il marketplace digitale, oltre ad avere il grande vantaggio di misurabilità e tracciabilità, è strategico per intercettare gli indecisi e per fidelizzare il consumatore che, tramite il web, rimane così 'legato' alla concessionaria di riferimento.

"Oggi non è più possibile non misurare i comportamenti della domanda - ha detto Fabio Galetto, responsabile automotive Google Italy - e internet è, per il settore, lo strumento ideale per tenere sotto controllo il ritorno degli investimenti". Per Tommaso Bortolomiol, manager di Quintegia: "Stiamo assistendo ad un cambiamento lento e pervasivo che sta modificando le regole del gioco. Per i dealer, il web è una risorsa da sfruttare al meglio e su cui è necessario investire per intercettare le esigenze del consumatore e per creare nuovi canali di vendita". Per premiare le aziende che hanno investito nel canale digitale, Quintegia e Auto Scout 24 hanno indetto l'Internet Sales Award, il concorso che premia i dealer che utilizzano internet come canale di business. "Dalle candidature raccolte - ha concluso Bortolomiol - è emerso che un concessionario su due vende tra il 30 e il 50% delle auto grazie ad internet e riceve il 50% delle richieste di informazione tramite web; che il 35% dei siti viene aggiornato giornalmente e il 26% più volte al giorno. Un segnale che indica un mutamento di sensibilità da parte dei dealer nei confronti del canale web che ha ancora ampi margini di sviluppo".

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni , automotive dealer day


Top