dalla Home

Test

pubblicato il 17 maggio 2012

Hyundai i20 restyling, nata per conquistare

Rinnovamento marcato per la coreana con dotazioni, sicurezza ed efficienza migliorate

Hyundai i20 restyling, nata per conquistare
Galleria fotografica - Hyundai i20 restylingGalleria fotografica - Hyundai i20 restyling
  • Hyundai i20 restyling - anteprima 1
  • Hyundai i20 restyling - anteprima 2
  • Hyundai i20 restyling - anteprima 3
  • Hyundai i20 restyling - anteprima 4
  • Hyundai i20 restyling - anteprima 5
  • Hyundai i20 restyling - anteprima 6

Arriva il rinnovamento al giro di boa del ciclo di vita con un restyling robusto per la Hyundai i20, la coreana che viene prodotta in Turchia, presso lo stabilimento di Izmit, nella variante a 5 porte mentre quella a 3 porte - che interessa solo il 5% delle vendite in Italia - viene da Chennai, in India dove viene fatta anche la sorellina i10. L'obiettivo della i20 è naturalmente quello di farsi valere ancora di più in un segmento che pesa per il 25% del mercato europeo e che vede contendenti fortissime come Volkswagen Polo, Ford Fiesta e la nuova Peugeot 208, ma che la casa coreana è abituata a conquistare: l'80% delle 200mila Hyundai vendute finora nel Vecchio Continente (20mila delle quali in Italia) viene infatti da altri marchi.

STILE PIÙ "FLUIDIC" E SICURO
Per farsi guardare in modo diverso, la i20 guarda in modo diverso con un frontale dalle forme più pulite e raccordate che si allinea alla nouvelle vague dello stile "fluidic sculpture" che oramai identifica tutti i modelli Hyundai. I gruppi ottici anteriori ora sono percorsi internamente da un'onda che separa i due proiettori, ci sono LED per le luci diurne e anche per le luci posteriori le cui lenti ora hanno uno sviluppo più tridimensionale. Cresce la lunghezza di 50 mm per un totale di 3.995 mm. Colpa dei paraurti, incaricati di offrire un migliore protezione e che, insieme ad acciai più resistenti e all'ESC di serie, dovrebbe garantire alla i20 il mantenimento delle 5 stelle EuroNCAP anche con gli standard attuali, decisamente più severi di quelli del 2009 quando la coreana ottenne il massimo dei voti.

PER GLI INTERNI SI VA SUL MORBIDO
Mano anche all'abitacolo che, senza cambiare le forme generali, utilizza materiali migliori, meglio assemblati, più morbidi e opachi. Più sofisticati anche i comandi e la consolle centrale oltre alle dotazioni orientate al comfort come la telecamera di parcheggio posteriore che proietta l'immagine retrostante sullo specchietto retrovisore. Arriva anche un nuovo sistema infotelematico fornito dalla Pioneer con schermo da 6,1 pollici, il climatizzatore è anche bizona automatico e collegato con il vano porta guanti refrigerato, i 6 airbag diventano di serie. I rivestimenti sono in tessuto nero o, alternativamente in pelle e la strumentazione conta su strumenti analogici e digitali. Non può mancare il tetto panoramico apribile tra le dotazioni possibili. Praticamente immutate abitabilità e capacità del portabagagli (295-1.060 litri).

IL RECORD DEI SINGLE
Migliorati nelle prestazioni e nell'efficienza i motori. Due i benzina, entrambi 4 cilindri con variatore di fase: 1,2 litri da 85 cv con cambio a 5 rapporti e 1,4 litri da 100 cv che rappresenta il top di gamma in fatto di prestazioni e può essere accoppiato, in alternativa al manuale a 6 rapporti, ad un automatico a 4 rapporti che di certo non rappresenta un atout tecnologico di rilievo. Per i Diesel ci sono l'1,4 litri da 90 cv e il rinnovato 3 cilindri da 1,1 litri che ha anch'esso il cambio a 6 rapporti. Ha l'alimentazione common rail a 1.800 bar, il turbocompressore integrato nel collettore di scarico e nella versione Blue Drive denuncia emissioni di 84 g/km di CO2 grazie anche allo stop&start, al recupero d'energia e agli pneumatici a bassa resistenza di rotolamento. Questo dato batte di un solo g/km la Kia Rio - che è basata sullo stesso pianale - ed è un record assoluto per vetture dotate di solo motore termico.

TRE QUATTRO E UN TRE
Su strada la i20 è leggera da condurre e i suoi motori hanno un funzionamento moderno, in linea con le tecnologie adottate. L'1,4 litri ha buona potenza, gira bene anche in basso ed è accoppiato ad un cambio e ad una frizione leggeri. Può scattare con poche esitazioni o consentire alla coreana di viaggiare a velocità autostradali senza timori reverenziali. In questa fase si sente qualche fruscio ed emerge in modo chiaro la poca precisione dello sterzo, fatto più per facilitare le cose in città che per indirizzare le ruote in modo puntuale. Caratteristiche tuttavia in linea con il carattere della vettura, privo di qualsiasi ambizione sportiva. Più interessante è il piccolo 3 cilindri 1,1 litri a gasolio. A parte qualche rumorosità ai bassi regimi, questo motore ha un funzionamento piuttosto elastico grazie alla coppia di 180 Nm da 1.750 giri/min, una discreta grinta in alto e neppure tante vibrazioni. La cavalleria, seppur elevata in rapporto alla cilindrata, non può fare miracoli in velocità e sui falsopiani, ma basta scalare per riacquistare brillantezza e velocità. Nessuna sorpresa dall'1.4 a gasolio, piuttosto tranquillo nell'erogazione, ma capace di dare alla i20 una qualità di marcia superiore in virtù della sua coppia di 220 Nm.

L'ITALIA GUIDA IN EUROPA, UNA VOLTA TANTO...
La Hyundai i20 parte da 11.250 euro con la 1.2 Classic 3 porte, la variante 5 porte costa 500 euro in più e tre sono gli allestimenti: Classic, Sound Edition e Comfort per un totale di 12 versioni completabili con diversi pacchetti, disponibili e/o cumulabili a seconda del livello. Si va fino ai 14.900 euro della 1.4 CRDI Blue Drive e naturalmente c'è la famosa Tripla 5: 5 anni di copertura sulla vettura senza limiti di chilometraggio, 5 anni di assistenza stradale e 5 anni di controlli gratuiti. Una forma esclusiva dall'indubbio valore in termini di tranquillità e di risparmio, che Hyundai applica per la prima volta in tutta Europa, ma che in Italia esiste per tutta la gamma dal luglio 2010. Per una volta gli altri possono prendere lezioni.

Scheda Versione

Hyundai i20 5 porte
Nome
i20 5 porte
Anno
2008 (restyling del 2012) - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Test , Hyundai


Listino Hyundai i20

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 MPI Classic anteriore benzina 85 1.2 5 € 12.200

LISTINO

1.2 MPI GO! BRASIL anteriore benzina 85 1.2 5 € 13.450

LISTINO

1.1 CRDi Classic anteriore diesel 75 1.1 5 € 13.725

LISTINO

1.2 MPI Econext GPL Classic anteriore GPL 85 1.2 5 € 13.725

LISTINO

1.2 MPI Sound Edition anteriore benzina 85 1.2 5 € 13.800

LISTINO

1.1 CRDi GO! BRASIL anteriore diesel 75 1.1 5 € 14.975

LISTINO

1.1 CRDi Sound Edition anteriore diesel 75 1.1 5 € 15.325

LISTINO

1.2 MPI Econext GPL Sound Edition anteriore GPL 85 1.2 5 € 15.325

LISTINO

 

Top