dalla Home

Novità

pubblicato il 16 maggio 2012

Opel mette il turbo al gas

Cresce la convenienza di Gpl e metano e la Casa tedesca completa la gamma bifuel con Insignia e Zafira turbo

Opel mette il turbo al gas
Galleria fotografica - Gamma Opel Gpl e metanoGalleria fotografica - Gamma Opel Gpl e metano
  • Gamma Opel Gpl e metano - anteprima 1
  • Gamma Opel Gpl e metano - anteprima 2
  • Gamma Opel Gpl e metano - anteprima 3
  • Gamma Opel Gpl e metano - anteprima 4
  • Gamma Opel Gpl e metano - anteprima 5
  • Gamma Opel Gpl e metano - anteprima 6

Si impennano i prezzi di benzina e gasolio e cresce la convenienza del gas. Dopo lo stop seguito all'esaurimento degli incentivi governativi, il mercato delle auto a GPL e metano sta ripartendo favorito del differenziale dei prezzi alla pompa. Un'opportunità che Opel non intende lasciarsi sfuggire. Nella sede storica di Rüsselsheim la Casa del Gruppo GM ha illustrato le proprie strategie per il mercato italiano delle auto bifuel dove detiene il 15% delle vendite a GPL. In questo settore da settembre estenderà verso l'alto la propria gamma, con Insignia berlina e Tourer e Zafira Tourer che si aggiungeranno ad Astra, Astra Sports Tourer, Meriva e Corsa. Modello questo che in versione Gpl-Tech (il marchio Opel per le motorizzazioni a Gpl) è leader di mercato nella categoria e che è l'unico della gamma bifuel Opel con motore "aspirato". Anche le versioni a metano di Zafira e del commerciale Combo utilizzano infatti efficienti propulsori turbo, piccoli ma potenti.

COL GPL SI RISPARMIA NEI COSTI D'USO
Il mercato italiano già sta rispondendo all'ultima impennata dei prezzi dei carburanti tradizionali. Il settore Gpl, era crollato dal 16% dei tempi d'oro degli ecoincentivi al 3% del 2010 e 2011. Ora è in netta salita, con un 5% nei primi mesi del 2012 e i dati di aprile lanciati verso il 6%. A dare una valida mano, indirettamente, è stato il governo Monti che ha stabilito un aumento delle accise molto più corposo su benzina e gasolio rispetto a gas liquido e gas naturale. Una forbice destinata ad aumentare ancora con il secondo step di aumenti programmato per il 2013. E se è facile, come ha fatto Opel, dimostrare che si può recuperare in 18 mesi il maggior costo di una motorizzazione a Gpl rispetto a una a benzina, si iniziano a veder vantaggi apprezzabili nei costi d'uso perfino rispetto alle diesel. Queste, tra l'altro, non possono contare sul vantaggio del costo di acquisto più basso. E, nel caso di Opel, nemmeno su una guidabilità migliore, dato che i turbodiesel della gamma si confrontano, Corsa a parte, con un moderno 1.4 bifuel anche questo sovralimentati con il turbo, con potenza di 103 kW/140 cv, ridotta a 88/ kW120 cv solo per la Meriva. Opel, con il 14,9% delle vendite nel settore Gpl, è saldamente in seconda posizione dietro il marchio Fiat (24,9%) e davanti a Lancia (11,8%), Chevrolet e Dacia entrambe al 10%, e Ford (9,5%). Quota che dovrebbe salire ancora con le novità annunciate che farebbero della gamma Opel a Gpl una delle più complete sul mercato, salvo forse la cugina (fa parte anch'essa del Gruppo GM) Chevrolet che però si posiziona un po' più in basso come target di clientela.

ZAFIRA TOURER ECOM : OLTRE 500 KM CON UN PIENO DI METANO
Cresce anche il mercato del metano, ma resta numericamente inferiore: dal 6% con ecoincentivi ora è risalito dal 2 al 3% circa. Qui la novità del settore è rappresentata dai serbatoi in materiali composito, con rinforzi in fibre di vetro e carbonio. Tecnologia già provata da Mercedes e Peugeot e adottata dalla Zafira Tourer ecoM che al momento affianca ancora l'analoga versione della prima serie Zafira. Da questa riprende il motore turbo 1.6 da 110 kW/150 CV lievemente evoluto. Il vantaggio delle nuove "bombole" è consistente in termini di peso, con un alleggerimento complessivo di 85 kg pur con una capacità superiore rispetto alle unità in acciaio del modello precedente. Capacità che ha esteso l'autonomia teorica a metano da 380 a ben 530 km, rendendo meno frequente il ricorso al piccolo (14 litri) serbatoio d'emergenza di benzina. Ma se la versione a gas naturale risulta la preferita dagli acquirenti del monovolume Opel con il 50% del totale, lo si deve soprattutto ai costi d'uso. La Casa dichiara un consumo di 4,7 kg/100 km: con un costo del carburante praticamente di 1 euro/kg, facile dire che quel 4,7 coincide con la spesa di 1 euro per 100 km. Risultato chiaramente fuori portata anche per un efficientissimo diesel common rail di ultima generazione.

Autore: Alberto Balestra

Tag: Novità , Opel , gpl , metano , auto europee


Top