dalla Home

Attualità

pubblicato il 15 maggio 2012

Formigli vs Fiat: risarcimento sospeso

La Corte d'Appello di Torino sospende la condanna per il giornalista ex Annozero che aveva confrontato Alfa MiTo con MINI e Citroen DS3

Formigli vs Fiat: risarcimento sospeso

Condanna sospesa per Corrado Formigli, il giornalista di Annozero oggi conduttore di La7 che in una puntata del 2010 della trasmissione di Michele Santoro aveva realizzato un servizio sull'Alfa Romeo MiTo considerato denigratorio dalla Fiat. Il Lingotto si era rivolto al Tribunale di Torino per danno d'immagine, ottenendo in primo grado un risarcimento di 7 milioni di euro. La Corte di Appello di Torino ha accolto il ricorso di Formigli, i cui motivi secondo i giudici "i motivi di appello appaiono connotati da requisiti di serietà, tali da legittimare il richiesto provvedimento, mentre il "grave danno" prospettato dal ricorrente, derivante dall'efficacia esecutiva della sentenza, appare logicamente plausibile e correttamente argomentato".

Il servizio firmato da Formigli mostrava un confronto in pista realizzato in collaborazione con la rivista Top Gear nel quale la vettura italiana risultava più lenta nel tempo sul giro rispetto a una MINI e a una Citroen DS3. Fiat aveva giudicato la prova "una condotta tanto ingiustificata quanto lesiva della verità " e aveva ottenuto ragione dal Tribunale di Torino, che aveva giudicato l'informazione "non veritiera e denigratoria". La Corte di Appello di Torino si dovrà ora esprimere nel merito. La prima udienza è stata fissata per il mese di luglio.

Autore:

Tag: Attualità , Alfa Romeo , VIP , auto italiane


Top