dalla Home

Novità

pubblicato il 19 settembre 2006

Renault Scénic 2006

Renault Scénic 2006
Galleria fotografica - Renault Mégane Scénic 2006Galleria fotografica - Renault Mégane Scénic 2006
  • Renault Mégane Scénic 2006 - anteprima 1
  • Renault Mégane Scénic 2006 - anteprima 2
  • Renault Mégane Scénic 2006 - anteprima 3
  • Renault Mégane Scénic 2006 - anteprima 4
  • Renault Mégane Scénic 2006 - anteprima 5
  • Renault Mégane Scénic 2006 - anteprima 6

Era il 1996 quando Renault, lanciando la sua Mégane Scénic, inaugurava di fatto il nuovo segmento delle monovolume compatte. Dopo anni di incontrastata leadership, la Casa francese incominciava a sentire il peso di una concorrenza sempre più numerosa e agguerrita, ma anche la perdita di cospicue fette di mercato a favore dei SUV. Da qui la necessità di migliorare ulteriormente il suo prodotto, ampliando l'offerta per accontentare una clientela sempre più variegata ed esigente.

Le versioni della Renault Mégane Scenic 2006 diventano innanzi tutto tre: Scénic 5 posti, Grand Scénic 5 posti e Grand Scénic 7 abbinate ad altrettanti allestimenti: Pack, Dynamique e Luxe.
La "ibrida" Grand Scénic 5 posti è proprio una delle principali novità di questo restyling e vuole richiamare principalmente le famiglie che preferiscono avere ampi spazi per i bagagli piuttosto che due ulteriori posti a sedere.

Poca forma e molta sostanza, è la strategia scelta per tornare a dominare il mercato. Vista da fuori infatti, gli interventi estetici che saltano agli occhi sono minimi; una calandra a "V" più spiovente che mette in maggior risalto il marchio, nuovi gruppi ottici anteriori e posteriori (ora a led), 5 nuove colorazioni e cerchi rinnovati. Piccoli interventi anche sul portellone, a posizione di apertura multiple per non incorrere in problemi in garage, e con il lunotto posteriore apribile (in realtà poco utile vista la profondità del bagagliaio).
E' invece quando si entra nell'abitacolo che si apprezza il lavoro svolto dai tecnici della Casa francese. L'obiettivo era ottenere più spazio e maggior comfort; e ci sono riusciti: grazie ad un pianale più basso si ha la percezione di una maggiore abitabilità, e nel caso di Gran Scénic 5 posti il vano bagagli ha una capienza compresa tra 533 e 1960 litri. Molti sono i vani portaoggetti, tra cui 2 utili cassetti ricavati sotto i sedili della seconda fila. Per quanto concerne il comfort, questo è incrementato anche da motori più silenziosi e da un nuovo sistema di condizionamento, ora più rapido nonché più silenzioso. Nuovi e più robusti sono anche i rivestimenti dei sedili.

Ma il punto di forza di questa nuova Scénic, come sottolinea Philippe Dauger, Dirigente Generale di Renault Italia, è la sicurezza. Un tema particolarmente importante se si pensa che questo modello è rivolto principalmente alle famiglie. Diversi sono gli accorgimenti specifici per il seggiolino dei bambini. L'abitacolo diventa una sorta di cella impenetrabile da parte di elementi meccanici in caso di urto; ben 5 sono le stelle ottenute ai crash-test Euro NCAP. E la nuova Mégane Scénic è la prima monovolume compatta ad adottare su tutta la gamma l'ESP di serie.

In tema di equipaggiamento non poteva mancare una forte connotazione tecnologica. E' ora disponibile il sistema di guida GPS Carminat Navigazione e Comunicazione, prima limitato ai modelli Renault alto di gamma. Questo dispositivo raggruppa, oltre al GPS, un sistema audio con caricatore di 6 CD, lettore MP3 sul frontalino, comando viva voce Bluetooth e schermo da 6,5 pollici. Fanno inoltre la loro comparsa i sensori di parcheggio anteriori oltre a quelli posteriori già presenti. Utile anche l'adozione del freno di stazionamento automatico anche perchè l'assenza della relativa leva permette di ricavare un ampio vano portaoggetti nel tunnel centrale.

L'offerta delle motorizzazioni dovrebbe accontentare tutti: tre propulsori a benzina, 1.4, 1.6 e 2.0, con potenze comprese fra i 100 ed i 136 cv; tre diesel, 1.5 dci, 1.9 dci ed il brillante 2.0 dci, con potenze comprese fra i 105 ed i 150 cv.
Per quanto riguarda quest'ultimi, si è rivelato molto piacevole da guidare il nuovo 2.0 grazie all'adozione del cambio automatico a 6 rapporti AJO, frutto della collaborazione con Nissan. Stupiscono i livelli di insonorizzazione raggiunti. Sia sul 1.9 che sul 2.0 è disponibile il filtro antiparticolato a rigenerazione periodica FAP. I consumi contenuti e nel ciclo misto si fermano a 5.8 l/100 km e 7 l/100 km per il 2.0 rispettivamente con cambio manuale ed automatico, mentre a 6 l/100 km per il 1.9 con trasmissione manuale. Sono state ridotte anche le emissioni inquinanti, grazie a nuove candele che riducono i tempi di preriscaldamento ed ad un quinto iniettore (di brevetto Renault) disposto a monte del FAP.
Fra i benzina spicca per versatilità il 1.6 16V da 110 cv, adatto soprattutto ad un uso cittadino. Tale motorizzazione è disponibile anche con combustibile GPL.
Su strada la vettura mostra un comportamento sufficientemente neutro, grazie ad uno schema di tipo pseudo-McPherson all'avantreno, che assicura un buon compromesso fra comfort e tenuta di strada. La frenata è progressiva, anche se non avrebbe guastato una risposta più incisiva.

Infine i prezzi, che salgono di molto poco tenuto conto del notevole arricchimento nelle dotazioni di serie (ESP e climatizzatore automatico): a partire da 18.500 euro per il benzina e 20.100 per il diesel.

Disponibile dal 1° Ottobre questa nuova Scénic ha tutte le carte in regola per continuare la tradizione di successi.

Scegli Versione

Autore: Giorgio Montini

Tag: Novità , Renault


Top