dalla Home

Tuning

pubblicato il 7 maggio 2012

Arrinera Supercar

Un'anglo-polacca da 340 km/h progettata da Lee Noble con acciaio ad alta resistenza di sezione variabile, leggero e resistente

Arrinera Supercar
Galleria fotografica - Arrinera SupercarGalleria fotografica - Arrinera Supercar
  • Arrinera Supercar - anteprima 1
  • Arrinera Supercar - anteprima 2
  • Arrinera Supercar - anteprima 3
  • Arrinera Supercar - anteprima 4
  • Arrinera Supercar - anteprima 5
  • Arrinera Supercar - anteprima 6

Arrinera è una società anglo-polacca che ha realizzato un'inedita supercar, con l'intenzione di competere con le principali rivali della categoria. Per farlo, si è affidata all'esperienza di un nome molto noto nel campo dell'ingegneria automobilistica, Lee Noble: il creatore di migliaia di vetture ad alte prestazioni ha messo la sua firma nel progetto, prendendo parte attiva anche alla società stessa, attraverso la vendita ad Arrinera del 50% della "sua" Fenix L'obiettivo di Arrinera è quello di costituire una rete di piccoli costruttori "artigianali" di supercar, e di vendere le proprie vetture in Polonia, ma affidando la costruzione ad esterni, per un totale di 600-700 auto l'anno.

LINEE AERONAUTICHE E MATERIALI LEGGERI
Le linee della Arrinera, opera di Pavlo Burkatskyy, sono tese e geometriche, con ampie prese d'aria e soluzioni di ispirazione aeronautica; le misure di ingombro sono 4.450 mm di lunghezza, 2.056 mm di larghezza e 1.190 mm di altezza. L'apertura delle porte è ad ala incernierata in avanti, con montante anteriore molto avanzato, mentre in coda si notano le luci a segmenti verticali di LED; le ruote in lega da 19" montano pneumatici di misura diversa, 255/35 R19 all'avantreno and 335/30 R19 al retrotreno. La scocca è stata progettata da Lee Noble con acciaio ad alta resistenza di sezione variabile, leggero e resistente, ma il corpo vettura può essere in opzione realizzato in materiali compositi; all'interno, i compositi si uniscono ai rivestimenti in pelle, e sono previsti un roll-bar di sicurezza e cinture a 4 punti di attacco.

650 CV, 340 KM/H E 120.000 EURO
Il motore è un V8 cilindri da 6,2 litri (di origine Corvette), con potenza di 650 CV e coppia massima di 820 Nm: questo, in combinazione con un peso a vuoto di 1.300 kg, permette di ottenere prestazioni di rilievo, come l'accelerazione da 0 a 100 km/h inferiore a 4 secondi (che diventano meno di 10 per raggiungere i 200 km/h e meno di 30 per arrivare a 300 km/h), e la velocità massima di 340 km/h, con accelerazione laterale pari a 1,3 g. Il motore è in posizione posteriore centrale, mentre il cambio è realizzato dall'italiana Graziano. Le ruote anteriori sono equipaggiate con freni a disco da 350 mm e pompe a 6 pistoncini, che diventano 4 nelle ruote posteriori, con dischi da 330 mm. Le sospensioni sono indipendenti e multi-link, disegnate e ottimizzate da Lee Noble. Tra le opzioni, una telecamera termica, in grado di individuare, attraverso il calore e in condizioni di bassa visibilità, un pedone o un animale che capita improvvisamente nella strada, a distanza di alcune centinaia di metri. Il costo previsto per la Arrinera, di prossima produzione, è pari a poco più di 120.000 euro.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Tuning , tuning


Top