dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 3 maggio 2012

Come distrarre i bambini in auto

Una ricerca rivela le strategie a cui ricorrono i genitori italiani per far passare il tempo ai figli durante un viaggio

Come distrarre i bambini in auto

Quando ci sono bambini in auto aumenta la distrazione per chi è al volante. Per rendere più sicuro il viaggio a volte può bastare rendere più gradevole la vita a bordo ovvero farli distrarre e divertire, soprattutto in occasione di viaggi lunghi. Una ricerca, compiuta dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, elenca alcune delle tecniche adottate dai genitori italiani per farlo, partendo dal presupposto (curioso) che per lo più è il papà che guida (60%).

Analizzando i dati raccolti, se per alcuni degli intervistati il problema non si pone, poiché i figli sono abbastanza grandi da essere autonomi (20%) o si addormentano con facilità (16%), per i restanti genitori ci sono le soluzioni classiche, come cantare (17%), inventare giochi (11%), raccontare storie o aneddoti (6%) o, per i più tecnologici, permettere di vedere film o cartoni animati con un dispositivo multimediale (5%). C'è anche un 23% che, in realtà, non fa nulla di particolare per far passare il tempo più velocemente. E forse proprio in questo caso, può essere utile conoscere alcuni dei giochi da fare in auto più diffusi per distrarre il proprio figlio: il 37% del campione intervistato si inventa filastrocche, il 20% crea giochi osservando colori o numeri di targa delle altre auto, oppure riconoscendo marche e modelli (7%) nelle famiglie in cui la passione per le auto è più forte. Un buon 32%, invece, sceglie passatempi di vario genere, pur di evitare il ripetersi all'infinito della domanda: "Siamo Arrivati?".

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , sicurezza stradale


Top