dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 maggio 2012

La crisi è troppo forte per i concessionari, 3 su 4 vogliono cambiare mestiere

Lo rivela un sondaggio dell’osservatorio DealerSTAT di Quintegia, compiuto su un campione di oltre 1300 dealer italiani

La crisi è troppo forte per i concessionari, 3 su 4 vogliono cambiare mestiere

L'insoddisfazione era già nell'aria. Sono mesi che i concessionari denunciano una situazione insostenibile che con difficoltà gli permette di "arrivare a fine mese", ma adesso un sondaggio dell'osservatorio DealerSTAT di Quintegia, compiuto su un campione di oltre 1300 dealer italiani, mette nero su bianco la situazione. Con le immatricolazioni in calo negli ultimi anni e cinque mesi di ripetuta flessione (solo ad aprile l'auto ha perso il 17,99% su base annua) la loro pazienza si è esaurita: 3 concessionari su 4 vogliono cambiare mestiere. E' normale, se non si guadagna bisogna per forza trovare un altro lavoro e in un contesto in cui la disoccupazione ha raggiunto livelli storici non è certo facile. Lo scoraggiamento è forte. Se si potesse ripartire da zero solo 1 impresa su 4 sarebbe decisa a proseguire con lo stesso lavoro e mandato e come se non bastasse il 21% uscirebbe del tutto dal business dell'auto, mentre il 32% si dichiara insoddisfatto del rapporto che lo lega con la casa costruttrice al punto che cambierebbe mandato.

"I dati rilevati nel 2011 dal nostro Centro Ricerche - ha detto Alberto Bet, ricercatore di Quintegia - riscontrano una contrazione di ben il 15% delle reti di vendita, motivata da un lato dalla necessaria riorganizzazione del sistema distributivo ma soprattutto dalla difficoltà di alcuni concessionari ad affrontare una crisi di tale portata. Basti pensare - ha aggiunto Bet - che gli ultimi bilanci si sono chiusi con quasi il 40% dei concessionari che ha registrato un bilancio in rosso. E i nuovi dati 2012, che saranno presentati il 16 maggio a Veronafiere in occasione di Automotive Dealer Day, indicano un'ulteriore crescita della sfiducia da parte della filiera di vendita dell'auto". Lo scorso anno DealerSTAT, lo ricordiamo, ha premiato Volvo quale marchio più apprezzato dai dealer italiani, con un punteggio di 3,64 in una scala di giudizi che va da 1 a 5. Di seguito, Lexus (3,61) e Ford, che dopo 5 anni ha lasciato il vertice della classifica posizionandosi al 3° posto con una valutazione di 3,59.

Autore:

Tag: Attualità , immatricolazioni , lavoro


Top