dalla Home

Mercato

pubblicato il 2 maggio 2012

Fiat in India: fondata una nuova società con Tata

Dopo il lancio della Fiat Viaggio in Cina, il Lingotto perfeziona la joint-venture con il Gruppo indiano per rafforzare il marchio torinese nel grande mercato asiatico

Fiat in India: fondata una nuova società con Tata

La Fiat viaggia sulla "Via della Seta": a pochi giorni dal debutto della Viaggio - vettura derivata dalla Dodge Dart (e quindi dall'Alfa Romeo Giulietta), assemblata e venduta in Cina e apprezzata anche in Italia - il Lingotto punta ad espandersi in India. A 6 anni dalla nascita della joint venture con Tata Motors, nasce una nuova società di proprietà Fiat per gestire le attività commerciali e la rete di vendita del marchio Fiat in territorio indiano.

Tali competenze, finora, erano affidate a Tata, i cui concessionari si occupavano anche di commercializzare le auto marchiate Fiat. In questo modo si concretizza una strategia di sviluppo e valorizzazione della gamma italiana in India, con conseguente aumento del numero di concessionari: gli attuali 178 centri Tata affiliati Fiat, presenti in 129 città, saranno incentivati per dare vita al nuovo network. La ridefinizione dell'assetto societario della joint venture non modificherà i rapporti riguardanti le attività produttive Fiat-Tata dello stabilimento di Ranjangaon (Stato del Maharashra), che in cinque anni ha realizzato 190.000 vetture e 337.000 motori, montati in futuro anche su modelli Suzuki-Maruti in virtù del recente accordo di fornitura.

Autore:

Tag: Mercato , Fiat , auto italiane , india


Top