dalla Home

Curiosità

pubblicato il 2 maggio 2012

Google offre ai costruttori l'auto che si guida da sé

La Google Car cerca un marchio automobilistico per diventare realtà. E fornire "rassicurazioni" sulla sua superiore affidabilità

Google sta sperimentando l'auto che guida da sola, ma quale marchio automobilistico potrebbe avere il modello di serie in grado di muoversi in autonomia, basandosi su Google Maps? Secondo The Detroit News i tempi per far nascere una collaborazione fra il colosso di Mountain View e un costruttore automobilistico sarebbero maturi.

ALLA RICERCA DELLA GIUSTA VIA
Dopo i risultati raggiunti a valle di 400.000 km di test (è già previsto un ulteriore milione di km da percorrere), il project manager della Google Car, Anthony Levandowski, apre la strada a molte soluzioni per costruirla: vendere la tecnologia, terziarizzare la produzione sfruttando i diritti del brevetto, collaborare con i car maker. Il manager sostiene inoltre che Google stia già dialogando praticamente con tutti i costruttori, per sondare il livello d'interesse e per definire la fusione delle competenze per raggiungere l'obiettivo.

PIU' CHE SICURA, RASSICURANTE
L'attività esplorativa è in fase avanzata e lo si capisce anche da come Google stia interpellando le compagnie assicuratrici per capire a che condizioni si potrebbe stipulare l'Rca di un'auto che guida da sola. L'elemento discriminante per attribuire o meno la responsabilità al conducente in caso d'incidente è fantascientifico: i computer sono più sicuri alla guida degli umani? Da dimostrare... matematicamente.

Autore:

Tag: Curiosità , google


Top