dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 aprile 2012

Palazzo Chigi: "Niente auto blu nel 2012"

Il Governo risponde alla stampa sull'acquisto di 400 auto blu: "E' solo un accordo quadro". Ma la Consip pubblica un altro bando da più di 80 milioni di euro

Palazzo Chigi: "Niente auto blu nel 2012"

C'era da aspettarselo che in tempi di pressione fiscale alle stelle - la Corte dei Conti ha dichiarato che siamo al 45% - la notizia dell'acquisto da parte del Ministero delle Finanze per 9,57 milioni di 400 auto di servizio con cilindrata non superiore ai 1.600 cc, come stabilito dal precedente Ministro Tremonti, scatenasse un putiferio, soprattutto sul web dove le notizie corrono veloci. E nonostante un'interrogazione parlamentare dell'11 aprile da parte del deputato dell'IDV Antonio Borghesi alla quale aveva risposto il viceministro Grilli, il tam tam ha indotto Palazzo Chigi a stilare una nota ufficiale nella quale si spiega che "Il Governo non acquisterà nuove "auto blu" nel 2012 e auspica, per le amministrazioni territoriali, l'adozione di un'analoga impostazione".

LA NOTA DI PALAZZO CHIGI
Il Governo ha spiegato che "Il bando di gara della Consip non determina automaticamente l'acquisto di nuove autovetture. Con l'aggiudicazione delle convenzioni, Consip stipula soltanto un accordo quadro che può essere utilizzato dalle pubbliche amministrazioni per soddisfare le necessità di spostamento sul territorio. Il bando è pensato soprattutto per le esigenze delle Forze dell'Ordine e di quelle che svolgono servizi di utilità sociale che, più di altre, hanno bisogno di mezzi operativi. Attualmente, infatti, il 61% del parco auto ha tra i 5 e oltre 10 anni. Gli elevati e continui costi di manutenzione rendono l'utilizzo di queste vetture, oltre che inquinante per l'ambiente, particolarmente diseconomico". Insomma, sono vecchie e dunque vanno cambiate, altrimenti ci perdiamo.

UN NUOVO BANDO CON ELETTRICHE, METANO E GPL
Intanto pochi giorni fa, il 18 aprile, la Consip, la società per azioni del Ministero dell'Economia e delle Finanze che gestisce gli acquisti delle PA, ha pubblicato un altro bando suddiviso in cinque lotti che prevede il noleggio a lungo termine di 4.350 vetture per un valore complessivo pari a 84.673.752 euro: 2.750 vetture operative ad alimentazione tradizionale ed elettrica; 630 ad alimentazione tradizionale ed elettrica; 470 veicoli commerciali ad alimentazione tradizionale ed elettrica; 300 veicoli ad alimentazione GPL; 200 veicoli ad alimentazione a metano. Va precisato che non sono tutte auto blu quelle che verranno acquistate, ma rientrano nella spesa anche auto di servizio. I cinque lotti sono così distribuiti: il 23% alle amministrazioni centrali (67% ai ministeri, 12% organi costituzionali, 4% agenzie fiscali, 12% enti pubblici non economici e authority, 5% enti, istituti e fondi previdenziali); il 46% agli enti locali (49% ai Comuni, 11% alle Province, 4% alle Regioni e il restante 36% ad altri enti locali); il 16% alla sanità (38% aziende ospedaliere, IRCSS e istituti zooprofilatici, 59% asl locali e provinciali, 3% aziende, istituti, società consorzi ed enti di servizi sanitari pubblici): il 7% alle università e l'8% alle società partecipate locali e statali.

SONO CIRCA 65.000
Rimane però da conoscere a quanto effettivamente ammonti il fabbisogno di auto delle Forze dell'Ordine di cui ha parlato Palazzo Chigi , perché nel presentare i dati dell'ultimo censimento che ne ha contate 64.524, come nei precedenti, queste sono state escluse. Così come recentemente sono state escluse dal taglio previsto che secondo il Governo porterà ad un risparmio di circa 300 milioni su una spesa di 4 miliardi, le auto che spettano agli ex Presidenti della Camera, che verranno "appiedati" solo nel 2023...

Autore:

Tag: Attualità , auto blu


Top