dalla Home

Novità

pubblicato il 18 settembre 2006

Citroen C4 Picasso

Citroen C4 Picasso
Galleria fotografica - Citroen C4 PicassoGalleria fotografica - Citroen C4 Picasso
  • Citroen C4 Picasso - anteprima 1
  • Citroen C4 Picasso - anteprima 2
  • Citroen C4 Picasso - anteprima 3
  • Citroen C4 Picasso - anteprima 4
  • Citroen C4 Picasso - anteprima 5
  • Citroen C4 Picasso - anteprima 6

Per le varie Case automobilistiche, in un mercato animato dalla presenza di modelli così simili tra loro, lo sforzo più grande è ormai rappresentato dalla ricerca di dare identità e riconoscibilità ai propri prodotti, ma non solo tramite la veste stilistica. Oggigiorno il palato degli utenti è molto raffinato, gli specchietti per le allodole sono un lontano ricordo ed inserire novità tecnologiche utili e fruibili è sempre più arduo, anche perché non sono più patrimonio esclusivo di pochi marchi.

Lo spirito che sembra animare l'ultima nata di Casa Citroen si può riassumere in quattro parole: comodità, semplicità, attenzione e record. Attenzione ai dettagli che possono migliorare la vita a bordo come l'illuminazione interna, con 32 possibili punti luce tra cui: faretti di lettura per i passeggeri della seconda fila posizionati sullo schienale dei sedili anteriori, vani dei pannelli delle porte anteriori che si illuminano automaticamente avvicinando la mano, torcia removibile e ricaricabile con autonomia di 45 minuti situata nel bagagliaio, guide luminose regolabili nell'intensità sotto la fascia centrale del cruscotto, nel sottotetto e nei pannelli delle portiere. All'esterno spicca la presenza di luci ubicate sotto i retrovisori che coprono un'ampia superficie laterale, azionabili a distanza o con l'accensione temporizzata automatica. A questa illuminazione artificiale va aggiunta quella naturale che può giovarsi della presenza della più ampia vetratura della categoria ( 5,2 mq o 6,4 mq con il tetto in vetro panoramico anch'esso da record). Il parabrezza, denominato "panoramico grandangolare" (wide angle screen), raddoppia la visibilità sulla strada, con un angolo di visuale di 70° rispetto ai tradizionali 35° ed è accompagnato da tendine parasole scorrevoli. Inoltre la traversa del tetto è stata arretrata di oltre 30 cm rispetto alla media. Sempre in tema di misure da riferimento, sono appannaggio della C4 Picasso quelle relative alla visibilità di ¾ anteriore, posteriore e laterale per tutte e tre le file di sedili.

Semplicità che ritroviamo nella plancia, con il cruscotto centrale che raggruppa le informazioni di guida e confort in un unico grande schermo regolabile in colore e tonalità, non solo di notte ma anche di giorno. Lo spostamento dei comandi della climatizzazione alle due estremità della plancia ha permesso di liberare spazio nella parte centrale, a cui giova anche la presenza del volante a comandi centrali fissi, inclusi quelli relativi all'eventuale cambio automatico o manuale pilotato.
Ulteriore spazio viene liberato dall'assenza della leva del freno di stazionamento, qui comandato elettricamente da un pulsante. I sedili della seconda e terza fila sono ripiegabili con un solo gesto tirando semplicemente una cinghietta senza rimuovere i poggiatesta.

Comodità: l'abitabilità è notevole per tutti e sette gli occupanti. Lo spazio tra i sedili anteriori migliora la visibilità nel posto centrale della fila 2, i cui occupanti godono dello spazio record della categoria e della possibilità di far scorrere longitudinalmente i sedili per 13 cm, oltre a poterne inclinare gli schienali all'indietro. L'accesso alla terza fila è particolarmente agevole grazie ad una originale cinematica che, come per le poltroncine dei cinema, fa risalire il cuscino verso lo schienale e poi fa scorrere l'intero sedile verso i posti anteriori, creando così un notevole spazio.
La capacità del bagagliaio è un riferimento in tutte le configurazioni, con particolare menzione per la larghezza costante di ben 1,17 metri. Da segnalare la presenza del lunotto apribile separatamente, di vani nascosti sotto la terza fila di sedili per 80 litri di capacità totale e di una rete di contenimento per i carichi alti. E poi ci sono i vari tavolini ripiegabili, cassettini aggiuntivi, impianti hi-fi e Car Theatre con DVD, minifrigo che assolve alla sua funzione indipendentemente dalla temperatura impostata sul climatizzatore per l'abitacolo. E sempre il climatizzatore può essere richiesto a quattro zone con funzione "rest" e in alcuni paesi può essere dotato di un secondo gruppo indipendente e di un riscaldamento abitacolo veloce, con recupero termico allo scarico.
Al miglioramento del confort di marcia possono contribuire optional come le sospensioni posteriori autolivellanti e i vetri laterali stratificati, mentre per quello olfattivo si può ricorrere al diffusore di fragranze, disponibile in numerose profumazioni e regolabile nell'intensità. Eliminato il classico tappo del carburante, sostituito da un meccanismo simile a quello utilizzato ai pit stop della Formula 1, azionabile dall'interno dell'abitacolo.
Il confort tecnico si giova del sistema anti-arretramento per partenze in salita e dell'opzionale "Easy parking system", che altri non è che un sistema di assistenza al parcheggio in grado di indicare la possibilità o meno di effettuare lo stesso in spazi ristretti e di valutarne anche il grado di difficoltà.
Sul piano della sicurezza da segnalare il sistema di superamento involontario della carreggiata, ormai un classico di casa Citroen e i fari bi-Xeno ad orientamento intelligente (vedi vecchie DS).

Record: misure e numeri che abbiamo via via elencato parlano da soli e volenti o nolenti sono incontestabili , andando ad esclusivo merito della casa francese che ha centrato gli obiettivi prefissati. Record anche nelle idee, molte , quasi tutte esclusive e che spaziano a 360° toccando in pratica tutte le componenti della vettura.

In questo contesto ci sembra persino banale parlare di motori e misure, che menzioniamo per dovere di cronaca: 4,59 metri di lunghezza, 1,83 metri di larghezza, 1,66 metri d'altezza, gommatura da 205/65/15 fino a 215/45/18 , motori a benzina 1.8 16V 127 Cv e 2.0 16V 143 Cv, diesel 1.6 HDi 110 Cv e 2.0 138 Cv ambedue FAP. Le ultime tre motorizzazioni sono abbinabili al cambio "pilotato" a sei marce.

I prezzi non sono stati ancora comunicati.

Scegli Versione

Autore: Giovanni Ceccarelli

Tag: Novità , Citroen


Top