dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 20 aprile 2012

Multe a chi non rispetta i preventivi Rca

Se un’assicurazione non rilascia il contratto, viene sanzionata

Multe a chi non rispetta i preventivi Rca

Ci mancavano solo le Compagnie che non rispettano i preventivi, come se la vita dell'automobilista assicurato non fosse già abbastanza dura. Sentite qui: l'Isvap, l'autorità che vigila sulle Compagnie, informa che sono stati segnalati da molti consumatori casi di mancato riconoscimento dei preventivi Rca. Assicurazioni e intermediari (non viene specificato chi e quanti) non hanno rispettato la validità dei preventivi ottenuti attraverso il sito internet tuopreventivatore, accessibile anche dal sito dell'Isvap e del ministero dello Sviluppo economico. Il problema è che i consumatori lamentano la richiesta di premi superiori a quelli risultanti dal preventivo: una pratica assolutamente scorretta.

CASOMAI, LO SCONTO
Il "tuOpreventivatOre", infatti, è un servizio pubblico che consente al consumatore di comparare gratuitamente le tariffe Rc auto applicate dalle Imprese presenti sul mercato in relazione al rispettivo profilo individuale: si inseriscono i vari dati (età, residenza, classe di merito, auto e quant'altro), e il sistema fornisce i prezzi di un buon numero di Assicurazioni (raramente di tutte le Compagnie). I preventivi hanno una validità di almeno 60 giorni e le Imprese sono tenute a stipulare la polizza al prezzo riportato sul preventivo rilasciato dal sistema. Ovviamente, il tutto sulla base di informazioni corrette e documentabili da parte del consumatore: se il cliente non dice il vero per risparmiare (finge di essere in prima classe e di abitare a Bolzano, quando invece è in decima classe e vive a Napoli, ad alto tasso di incidentalità, il preventivo è nullo. Di certo, non esiste che le Assicurazioni, in agenzia o sui propri siti, propongano tariffe più elevate dei preventivi Isvap. Casomai, possono fare sconti, cosa che comunque avviene sempre più di rado, con questi chiari di luna e con i costi dei risarcimenti che le Compagnie dicono essere elevatissimi.

COME DIFENDERSI
Tutte le informazioni utili sono riportate anche sulla stampa del preventivo in Pdf, che arriva via e-mail. I consumatori potranno perciò esibirla in caso di contestazione. Nel caso in cui le Imprese o gli intermediari non riconoscano i preventivi, rivolgetevi all'Isvap - Servizio tutela del consumatore - Via del Quirinale, 21, 00187 - Roma. Oppure, tramite fax al numero 06 42133745 o 06 42133353; altrimenti, c'è il numero verde 800 486661, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.30.

SANZIONI
Una volta che l'Isvap appura un'infrazione da parte di un'Assicurazione, è prevista l'applicazione di sanzioni amministrative da 1.000 a 10.000 euro, che dovrebbero essere sufficienti affinché questo non si verifichi più.

DILUVIO DI FANTASMI
Per completare il quadro (non molto roseo, a dire il vero) della Rca, passiamo da un comportamento scorretto alla truffa delle Compagnie fantasma, che ad aprile hanno dato il meglio di sé. Generalmente, si tratta di Imprese straniere che esistono, vittime esse stesse del raggiro, il cui nome viene utilizzato per accalappiare i "polli" da spennare: si vendono Rca che non esistono, facendo circolare gli automobilisti senza polizza; in caso di incidente, sono dolori, perché il guidatore dovrà risarcire i danni di tasca propria. Si va dalla Societatea De Asigurare alla Saigon Insurance, passando per la Daniel's Insurance e la Cat Assicurazione. Vanno forte, sfruttate per la frode, Arag e Probus, così come, Arisa, Egida e Capital. Se sentite odore di truffa (Rca troppo bassa), contattate immediatamente l'Isvap. E comunque sul sito dell'autorità di vigilanza c'è l'elenco delle Assicurazioni autorizzate a rilasciare Rca in Italia.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Top