dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 19 aprile 2012

Auto, è allarme furti di gomme e benzina

Non solo spariscono le macchine. Adesso con la crisi bisogna stare attenti ai "nuovi ladri"

Auto, è allarme furti di gomme e benzina

Crisi (dal greco scelta) è un cambiamento stressante per un individuo, oppure una situazione sociale pericolosa, instabile, con fenomeni molto particolari: fra questi, di sicuro, ci sono anche i furti degli pneumatici in Italia. Sì, perché i ladri si sono evoluti, adattati alla recessione, e se non hanno tempo e possibilità di portare via l'intera macchina, si "accontentano" delle gomme. Ovviamente, il problema non riguarda solo le vetture; per esempio, la Regione Liguria ha siglato un patto con Trenitalia, Rfi e Polizia: per sicurezza, nelle fasce orarie più a rischio, le carrozze in eccesso verranno chiuse, così da evitare le razzie dei ladri. E nella tranquilla Val d'Aosta, i furti nelle abitazioni sono in crescita.

DAPPERTUTTO
Sono tutti nel mirino dei ladri, sia i privati sia i venditori. Solo per citare i casi più recenti, a Rovigo, in una nota concessionaria, ladri "certosini" hanno smontato tutti i treni di gomme dei mezzi: un bottino di 20.000 euro. A Foggia, gli agenti della Squadra mobile della questura di Foggia e del commissariato di Cerignola hanno sottoposto a fermo tre pregiudicati, responsabili di ricettazione di pneumatici per trattori stradali e autotreni, per un valore totale di 1,5 milioni di euro. I tre fermati erano a bordo di autoarticolati che sono stati sottoposti a controllo: hanno tentato di sottrarsi al blocco stradale, ma sono stati inseguiti e fermati. E ancora: in un casolare abbandonato a Calerno, frazione di Sant'Ilario d'Enza, sono stati trovati ricambi di vario genere, rubati nel Parmense e nel Reggiano, per un valore di 80.000 euro. A Milano, una coppia di romeni è stata appena acciuffata: rubavano gomme in diverse zone della città. A Rimini, un moldavo è stato colto in flagrante, con in mano lo pneumatico appena smontato.

OCCHIO ALLA BENZINA
E visto che ormai la benzina vale oro (siamo prossimi ad abbattere la soglia dei 2 euro il litro), l'attenzione dei ladri si sposta anche verso il carburante. Uno dei fattacci più freschi riguarda un inseguimento in provincia di Modena, con la Polizia che ha dovuto braccare un romeno: dovrà rispondere di furto di carburante e guida senza patente. A bordo della (sua?) auto, gli agenti hanno trovato 24 taniche da 25 litri piene di carburante, attrezzi da scasso e due cric. A Reggio Emilia, sono saliti a 10, solo nella prima metà di aprile, le denunce per furto di gasolio: vittime, i veicoli più grandi e i camion.

DOPPIA MINACCIA
E così, l'automobilista italiano, in tempo di crisi, non solo deve fronteggiare l'aumento costante delle tasse, ma cercare anche di tutelarsi dai "nuovi ladri", che vanno a caccia di pneumatici, ricambi e carburante.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , pneumatici , pneumatici invernali , carburanti


Top