dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 aprile 2012

Calano ancora le immatricolazioni di auto in Europa

A marzo Fiat traina la discesa. Jaguar-Land Rover, Kia e Hyundai si mantengono le più forti

Calano ancora le immatricolazioni di auto in Europa

Sei mesi in rosso. Non c'è tregua per il mercato auto che anche a marzo 2012 ha segnato un -6,6% su base annua. Siamo a circa 1,5 milioni di veicoli immatricolati, secondo i dati dell'associazione dei produttori Acea, ovvero ai livelli del 1998. Dopo un gennaio a -6,6% e un febbraio a -9,2%, il primo trimestre dell'anno si è chiuso con un calo del 7,3%. I peggiori risultati si sono registrati in Francia ed in Italia, mentre il Gruppo Fiat ha incassato una delle perdite maggiori dell'intera realtà automobilistica. A febbraio il Lingotto è penultimo con un -25,8% a cui segue il -32,7% di Mitsubishi. Restano invece saldamente in testa alle vendite le sudcoreane Kia (+17,3%) e Hyundai (+13,8%) superate solo da Jaguar-Land Rover (+26,9%).

ITALIA IN RECESSIONE
Tra i cinque maggiori mercati europei dell'auto Italia e Francia sono quelli che hanno registrato il peggiori risultato. Il calo, rispettivamente del 27% circa e del 23% circa, offusca la fragile ripresa di Germania (+3,4%) e Gran Bretagna (+1,8%), mentre la Spagna chiude a -4,5%. Per quanto riguarda il nostro paese il Centro Studi Promotor GL events ricorda, tuttavia, che sul calo di marzo ha influito il lungo sciopero delle bisarche, che non ha consentito di immatricolare una quota non trascurabile di autovetture già ordinate dal pubblico. "Al netto dell'effetto bisarche - dice la nota - si può tuttavia ritenere che il mercato italiano avrebbe subito una contrazione in linea con quella del primo bimestre dell'anno (-17,8). Non vi sono stati infatti in marzo, né vi sono stati nella prima parte di aprile, né si prevedono a breve, elementi che possano far ritenere imminente una ripresa".

GRUPPO FIAT IN CADUTA LIBERA
Da gennaio a marzo il Gruppo Fiat non ha fatto che perdere. Nel primo mese del 2012 ha immatricolato in Europa 69.479 auto (-15,9%), a febbraio 66.249 (-16,5%) e a marzo 81.469 (-25,8%). Secondo il costruttore a pesare sul risultato ci sarebbe lo sciopero delle bisarche che, lo ricordiamo, ha causato la chiusura momentanea degli stabilimenti. "Sono circa 12.000 le immatricolazioni perse sul mercato europeo, che verranno parzialmente recuperate nei prossimi mesi", si legge nella nota ufficiale. Complessivamente a marzo Fiat-Chrysler ha immatricolato quasi 81.500 vetture con una quota del 5,4% dal 7,2% di febbraio 2012 e dal 6,8% di marzo 2011. Nei primi tre mesi del 2012 le vetture registrate sono quasi 217.500 e la quota è del 6,3%. Fiat Panda e 500 si sono confermate le più vendute del segmento A, la prima con il 13% di quota e la seconda con il 12,2%, mentre il marchio Jeep si è mantenuta in salute con un +56,5%. Ma nella classifica di marzo quello che ancora si evince è la conferma del podio. Jaguar-Land Rover (+26,9%), Kia (+17,3%) e Hyundai (+13,8%) si mantengono saldamente in testa con Daimler (+5,1%) sempre ad un passo. Dietro ci sono ancora Nissan (+4,4%), BMW Group (+3,2%) e Volkswagen Group (+1,7%) che in questi tre mesi si sono continuamente scambiati le posizioni intermedie della Top Ten. Da notare che il colosso tedesco è ancora il più forte in Europa con 352.455 auto immatricolare. Le giapponesi si mantengono comunque forti (ad eccezione di Honda e Mitsubishi), mentre le case francesi arretrano e quelle americane resistono alla crisi oscillando senza brusche cadute.

IL MERCATO AUTO EUROPEO A MARZO 2012, LA CLASSIFICA
Jaguar-Land Rover 21.321 +26,9%
Kia 35.262 +17,3%
Hyundai 50.131 +13,8%
Daimler 73.899 +5,1%
Nissan 62.860 +4,4%
BMW Group 93.313 +3,2%
Volkswagen Group 352.455 +1,7%

Toyota Group 71.124 -2,1%
Mazda 20.938 -3,1%
Ford 131.410 -7,6%
Volvo Car Corp. 26.163 -9,7%
GM Group 129.912 -10,2%
Suzuki 19.501 -11,5%
PSA Group 165.118 -19,2%
Renault Group 112.894 -20,4%
Honda 19.924 -23%
Fiat Group 81.469 -25,8%
Mitsubishi 9.692 -32,7%

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top