dalla Home

Attualità

pubblicato il 6 aprile 2012

E’ morto Ferdinand Alexander Porsche

Addio a “Butzi”, il designer tedesco padre della 911

E’ morto Ferdinand Alexander Porsche
Galleria fotografica - Ferdinand Alexander PorscheGalleria fotografica - Ferdinand Alexander Porsche
  • Ferdinand Alexander Porsche - anteprima 1
  • Ferdinand Alexander Porsche - anteprima 2
  • Ferdinand Alexander Porsche - anteprima 3
  • Ferdinand Alexander Porsche - anteprima 4
  • Ferdinand Alexander Porsche - anteprima 5
  • Ferdinand Alexander Porsche - anteprima 6

Il 5 aprile 2012 ci ha lasciato Ferdinand Alexander Porsche, il designer tedesco che ha tratteggiato lo stile della prima Porsche 911, quella del 1963. Universalmente noto con il nomignolo di "Butzi", Ferdinand Alexander Porsche si è spento a Salisburgo all'età di 76 anni interrompendo quella continuità ideale di passione, cultura e competenza per l'automobile iniziata dal nonno Ferdinand Porsche e consolidata dal padre, Ferry Porsche. Butzi sarà per sempre ricordato come il padre della Porsche 911, ma nel corso della sua vita Ferdinand Alexander ha saputo mettere a frutto in molti altri modi un talento di progettista e disegnatore affinato alla scuola di Ulm.

LA 911, IL SUO CAPOLAVORO
Nato nel 1935 a Stoccarda, Ferdinand Alexander Porsche è cresciuto fra automobili, officine e tavoli da disegno, a stretto contatto con il lavoro del padre e del nonno. Nel 1958 "F.A. Porsche" entra a far parte dell'azienda di famiglia e già nel 1962 si merita il ruolo di responsabile del centro design Porsche, dove realizza la Porsche Type 804 di formula 1 e la 904 Carrera GTS. Il suo incarico più importante è però quello di disegnare l'erede di una leggenda su ruote, la Porsche 356. Butzi crea nel 1963 la Porsche 901, quella che diventa a breve la famosa 911. Il risultato è una vettura dalle linee quasi eterne che modernizza e traghetta fino al nuovo millennio lo spirito originario delle Porsche, quello creato nel 1948 da Erwin Komenda.

UNA PASSIONE PER IL DESIGN "COMPRENSIBILE E ONESTO"
Nel 1971, con la trasformazione della Porsche KG in una Società per azioni, Ferdinand Alexander si defila dai compiti dirigenziali di primo piano e fonda il "Porsche Design Studio". Con la firma Porsche Design nascono negli anni numerosi oggetti e accessori come orologi, occhiali e articoli da scrittura. Da qui discendono anche altri prodotti di design industriale marchiati "Design by F.A. Porsche" che vanno ad arredare case, uffici di mezzo mondo. I principi base del lavoro di Ferdinand Alexander Porsche sono sempre stati dettati dalla filosofia del buon design così spiegati dallo stesso Butzi: "Il design deve essere funzionale e la funzionalità va tradotta in estetica, senza orpelli che necessitino di una spiegazione. Un prodotto disegnato con coerenza non necessita di ornamenti: deve essere valorizzato dalla sua stessa forma". Famosa è la sua definizione del buon design, che dovrebbe essere "facilmente comprensibile e, soprattutto, onesto".

Autore:

Tag: Attualità , Porsche , car design , VIP


Top