dalla Home

Home » Argomenti » Patente

pubblicato il 5 aprile 2012

Niente più patente per Margherita Hack

Un medico le ha negato il rinnovo perché ha 90 anni. Lei si è infuriata

Niente più patente per Margherita Hack

La patente le scade a giugno. Per rinnovarla si è rivolta ad un medico, ma invece della prassi burocratica che si aspettava si è trovata davanti un NO. Niente visita e niente rinnovo perché ha 90 anni e l'auto non la può guidare più. E' successo a Trieste all'astrofisica di fama internazionale Margherita Hack, che proprio non ha gradito il rifiuto. "Non sono né vecchia né rincoglionita. Come può permettersi di dire una cosa del genere? Lei mi deve visitare", ha "gridato" per telefono al dottore, come lei stessa ha raccontato ad un giornalista de La Stampa. "Ne faccio un caso di principio non tanto per me, visto che la mia patente scade a giugno, quindi ho tempo. Ma il medico mi ha detto che non vuole visitare a questo scopo le persone oltre gli 80 anni. Questo per me è un abuso ed è incostituzionale", ha aggiunto. Esposti alla magistratura Hack non ne vuole fare: "Per carità - ride - inguaiarmi con gli avvocati! Io voglio solo far conoscere questa vicenda" (Adnkronos).

LEI: E' "UN ABUSO INCOSTITUZIONALE"
Non visitarla perché ha più di 80 anni "è incostituzionale" secondo la Hack. "Se poi mi dice Il dottore, ndr) che a 90 anni non mi darebbe in ogni caso l'idoneità allora questo è un pregiudizio, ancora più grave - ha aggiunto -. Non sono vecchia. Ho una Panda e ci vado dappertutto. È dal 1952 che guido la macchina e, se devo dirlo, non ho mai provocato o fatto incidenti gravi". Anche il presidente dell'Aci di Trieste, come riporta La Stampa, l'ha sostenuta: "È come se un medico si fosse rifiutato di curare i malati con l'influenza per una propria scelta, puntando a quelli affetti da un'altra patologia. La professoressa Hack ha ragione. Deve essere visitata, ne ha il diritto sacrosanto".

IL MEDICO: E' UNA QUESTIONE DI "SALUTE"
Giuseppe Caragliu, dottore specializzato in visite mediche per la patente, è stato contattato dalla stessa redazione ed ha spiegato: "Una persona di 89 o 90 non può essere ritenuta idonea per la patente se a decidere è un medico monocratico che, per legge, deve rilasciare un'idoneità della durata di due anni". Secondo il medico Caragliu "dovrebbe essere reintrodotta la regola, cassata alcuni mesi fa in base alla quale gli over 80 dovevano essere valutati da un'apposita Commissione medica per ottenere l'idoneità alla guida. Se avessi la facoltà di dare alla professoressa Hack solo un anno di idoneità, avrei preso in considerazione l'ipotesi di visitarla". Poi conclude: "Non posso non tenere in considerazione che un 90enne sia, di per sé, una persona con un'idoneità in bilico, che può non essere più tale da un giorno all'altro anche a seguito di piccoli episodi e indipendentemente dal fatto che la persona in esame sia in buona salute, oppure sia addirittura un genio come Margherita Hack".

[Foto: La Stampa]

Autore:

Tag: Attualità , patente a punti , VIP


Top