dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 3 aprile 2012

L'etichetta europea dei pneumatici è pronta

Da luglio ogni nuova gomma prodotta in Europa avrà una carta d’identità

L'etichetta europea dei pneumatici è pronta
Galleria fotografica - Etichetta europea dei pneumatici: tutte le informazioniGalleria fotografica - Etichetta europea dei pneumatici: tutte le informazioni
  • Etichetta europea dei pneumatici: tutte le informazioni - anteprima 1
  • Etichetta europea dei pneumatici: tutte le informazioni - anteprima 2
  • Etichetta europea dei pneumatici: tutte le informazioni - anteprima 3

E' fissata per l'1 novembre 2012 la data di nascita dell'etichetta europea dei pneumatici, ma i costruttori di pneumatici, come Goodyear-Dunlop, si sono già attivati per informare gli automobilisti sul Regolamento europeo che renderà espliciti sul fianco di ogni nuovo pneumatico la resistenza al rotolamento, l'aderenza sul bagnato e il rumore esterno prodotto.

LE DATE SALIENTI
L'iniziativa del Gruppo di Akron coinvolge 500 centri di assistenza della sua rete (SuperService, rivenditori, distributori e concessionarie), dove è possibile trovare una confezione che contiene tutte le informazioni relative alla nuova "carta d'identità" degli pneumatici. Le tappe di avvicinamento sono due: nel mese di giugno sarà possibile fornire agli utenti tutte le informazioni sulla nuova normativa che riguarda tutta l'Unione europea, mentre in luglio tutti gli pneumatici nuovi prodotti dovranno obbligatoriamente riportare l'etichetta sul fianco (o tyre label), per essere pronti all'entrata in vigore della regolamentazione del 1 novembre. I costruttori di pneumatici possono tuttavia adottarla prima della data obbligatoria, anche se i requisiti di aderenza sul bagnato non sono stati ancora definiti dal regolamento per i veicoli commerciali leggeri e per i veicoli pesanti, per la mancanza di una modalità univoca di test ai tempi della definizione del regolamento.

I VANTAGGI IN SINTESI
Analogamente a quanto accade per gli elettrodomestici, i dati esplicitati sull'etichetta permettono al consumatore di paragonare più prodotti fra loro, sia in termini di impatto ambientale che di prestazioni. Gli indici esposti alla vendita riassumono quindi le doti di efficienza economica e ambientale del muoversi su strada, nonché di sicurezza e rumorosità, senza per questo autorizzare l'utente finale a mettere in secondo piano aspetti come la resistenza all'aquaplaning e il comportamento sull'asciutto. L'etichetta punta inoltre a contribuire all'aumento dell'efficienza energetica per i veicoli circolanti in Europa (+20%), riducendo le emissioni di CO2 (-20%) entro il 2020 grazie alle scelte più consapevoli degli automobilisti nei confronti degli pneumatici.

Autore:

Tag: Accessori , sicurezza stradale , pneumatici


Top