dalla Home

Test

pubblicato il 31 marzo 2012

Kia Rio 1.4 CRDi EX Plus

Al motore non piace bere e le sospensioni sono inflessibili. Pochi gli accessori hi-tech

Kia Rio 1.4 CRDi EX Plus
Galleria fotografica - KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TESTGalleria fotografica - KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST
  • KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST - anteprima 1
  • KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST - anteprima 2
  • KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST - anteprima 3
  • KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST - anteprima 4
  • KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST - anteprima 5
  • KIA Rio 1.4 CRDi EX Plus - Il TEST - anteprima 6

La Kia Rio giunge alla terza generazione (la prima nacque nel 2000 dopo il modello Pride e fu rinnovata nel 2005) con una missione: dare del filo da torcere alle best seller del segmento B, ovvero la classe di mercato più combattuta in Europa. Il confronto passa per auto come le tedesche Volkswagen Polo, Opel Corsa e l'oriunda americana Ford Fiesta, la giapponese Toyota Yaris, le francesi Citroen C3, Renault Clio e Peugeot 208 e la nostrana Fiat Punto. Per valutare la nuova Rio abbiamo scelto la carrozzeria 5 porte, il motore 1.4 turbodiesel da 90 CV e l'allestimento più ricco, che per 16.100 euro rappresentano il top della gamma (se si esclude la Limited Edition, versione di lancio della carrozzeria a 3 porte).

L'APPARENZA NON E'... BRUTTA
Le doti su cui la nuova Kia Rio punta per battere la concorrenza si fanno "vedere", nel senso che le sembianze della compatta coreana sono certamente fra i suoi punti di forza. Il design di Peter Schreyer - in passato a capo dello stile Audi - si affida ad un frontale aggressivo avvolto nelle forme dei fari e della calandra. La fiancata ha una pronunciata scalfitura che percorre le portiere per tutta la lunghezza, mentre la zona del montante centrale raccorda molto in alto coda e padiglione. La prevalenza dei lamierati sulle superfici vetrate richiama le proporzioni di una coupé, con le relative ripercussioni sulla praticità d'uso. Un po' sottotono, inoltre, è la verniciatura del portellone, che nella parte interna non è omogenea rispetto agli strati che ricoprono il resto della carrozzeria.

NON TI ASSISTE, MA SEI CONNESSO
Dall'abitacolo della Kia Rio non si percepiscono chiaramente gli ingombri del posteriore, nascosti come sono dalla coda imponente e dal lunotto inclinato. Non aiutano, in questo senso, nemmeno i vetri posteriori oscurati (di serie sull'allestimento EX Plus) e l'assenza di sensori di parcheggio o di una telecamera per la retromarcia (non presenti nella lista degli optional). Dal posto guida la situazione migliora, anche se chi predilige una posizione sopraelevata potrebbe interferire con la consolle centrale, nonostante sedile e volante siano regolabili in tutte le direzioni. La plancia, notevolmente sviluppata in profondità, alterna la goffratura ben realizzata della parte superiore alle plastiche più economiche della zona centrale, che presenta attorno ai comandi della climatizzazione piacevoli finiture in simil-alluminio e in nero laccato. Molto pratico il tunnel centrale: davanti al cambio le prese 12V e Usb/Aux risultano accessibili (nonché ben illuminate di notte) e vicine all'ampia mensola svuotatasche, mentre il pozzetto sotto il bracciolo fra i sedili è profondo e ben sfruttabile. Non ci si può inoltre lamentare della disponibilità di spazio per i passeggeri sia davanti che dietro, dove l'accessibilità non è troppo sacrificata dal giro porta dominato dal massiccio montante. La volumetria del bagagliaio varia da 288 a 923 litri, il vano ha una forma regolare (ma una soglia di carico alta) e non presenta soluzioni innovative per incrementare la versatilità: gli schienali del divanetto sono frazionabili secondo l'usuale schema 60/40, ma le sedute non sono scorrevoli.

MORBIDA EPPUR RIGIDA
Il quattro cilindri turbodiesel di 1.396 cc è un'unità regolare e avvezza a funzionare nella zona bassa del contagiri. I suoi 90 CV sono godibili fra i 1.500 e i 2.500 giri/min, per un'erogazione che fa della morbidezza e della silenziosità le sue armi migliori, senza ruvidità in allungo. La coppia del motore (220 Nm a 1.750 giri è il valore massimo) garantisce così una notevole souplesse di marcia, supportata da una corretta spaziatura dei 6 rapporti del cambio manuale: il comando si caratterizza per tempi di sincronizzazione piuttosto lunghi, che si traducono in innesti contrastati nell'azionamento veloce. Nei cambi marcia, quindi, è meglio godersi la morbidezza della leva e del pedale della frizione. Qualche indurimento, d'altro canto, interessa anche lo sterzo, sia per quanto riguarda la servoassistenza nelle manovre da fermo sia nelle fasi di riallineamento all'uscita delle curve. Le caratteristiche di progressività e prontezza rientrano nella media per una berlina compatta, anche se il feeling di guida potrebbe migliorare in sensibilità durante le correzioni, sempre un po' elastiche, in curva come in rettilineo. Con i pneumatici di primo equipaggiamento Kumho Solus 195/55 R 16 e un assetto piuttosto rigido, la Kia Rio si apprezza più per l'handling che per la capacità di assorbimento. Sui percorsi guidati l'auto è ben bilanciata e poco sottosterzante, ma sulle asperità stradali molti contraccolpi giungono nell'abitacolo senza filtri. In ogni caso, le tarature deliberate consentono all'ESC di non mortificare con interventi invasivi il piacere di guida e permettono scorrimenti controllati del retrotreno al limite. In frenata il pedale è in grado di modulare con naturalezza le decelerazioni, anche se non ha molto mordente nella fase di attacco.

POCHI LITRI, TANTO PER GRADIRE
Trattandosi di un propulsore Diesel di piccola cilindrata, il 1.4 CRDi coreano è chiamato soprattutto a limitare le soste al distributore. I risultati del nostro test sono confortanti (ricordiamo che per chi voglia ridurre ulteriormente i consumi la Rio è disponibile anche con un 3 cilindri 1.1 turbodiesel), perché il motore si è dimostrato poco sensibile allo stile di guida e al tipo di percorso. Cominciando dal risultato migliore, in 950 km di autostrada e strade a scorrimento veloce affrontate con piede "leggero" abbiamo ottenuto un consumo medio di 4,3 l/100 km (23,3 km/l). La sete di carburante è salita al valore di 4,9 l/100 km (20,4 km/l) guidando "normalmente" per 472 km fra colline e tratti extraurbani, mentre il worst case spetta ai 45,6 km di marcia nel traffico cittadino, dove non si è andati oltre i 6,9 l/100 km (14,5 km/l).

INFOTELEMATICA CERCASI
Un ambito su cui la Kia Rio può migliorare rispetto ad alcune concorrenti è quello dell'infotainment: nonostante l'allestimento EX Plus del nostro esemplare rappresenti il top di gamma, non è infatti possibile avere il navigatore satellitare, nemmeno a richiesta. L'impianto audio si apprezza invece per la buona connettività verso i dispositivi portatili (grazie alle già citate prese Aux/Usb), senza effetti speciali riservati allo schermo, che ha un'interfaccia semplice e una grafica sobria.

DOTATA, CON POCA SCELTA
La Kia Rio 1.4 CRDi EX Plus si pone al vertice del listino con un prezzo di 16.100 euro e una nutrita dotazione di serie, anche se non molto personalizzabile con gli accessori a pagamento. L'equipaggiamento infatti non comprende il sistema start&stop - riservato al motore 1.1 turbodiesel - e la lista degli optional propone la vernice metallizzata (460 euro), i cerchi in lega a 5 razze da 17 pollici (410 euro) a e l'EX Plus Pack, che per 610 euro offre climatizzatore automatico, sensore pioggia, retrovisori ripiegabili elettricamente, luci a Led e vetri con filtro Uva. Immancabile il marchio di fabbrica Kia in termini di garanzia: 7 anni o 150.000 km.

[Fotografo: Federico Oddone]

Scheda Versione

Kia Rio 5 porte
Nome
Rio 5 porte
Anno
2011 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Kia , auto coreane


Listino Kia Rio

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 CITY anteriore benzina 85 1.2 5 € 12.250

LISTINO

1.2 ACTIVE anteriore benzina 85 1.2 5 € 12.750

LISTINO

1.2 CITY GPL anteriore GPL 83 1.2 5 € 13.750

LISTINO

1.1 CRDI ACTIVE anteriore diesel 75 1.1 5 € 14.250

LISTINO

1.2 ACTIVE GPL anteriore GPL 83 1.2 5 € 14.250

LISTINO

1.2 COOL anteriore benzina 85 1.2 5 € 14.250

LISTINO

1.4 CRDI ACTIVE anteriore diesel 90 1.4 5 € 14.750

LISTINO

1.1 CRDI COOL anteriore diesel 75 1.1 5 € 15.750

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top