dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 marzo 2012

A Pasqua in molti scoprono il car pooling

Per non rinunciare alle vacanze gli italiani sono disposti a condividere l'auto

A Pasqua in molti scoprono il car pooling

Il portafoglio quasi vuoto convince gli italiani a sperimentare il car pooling. Se solo un anno fa indagavamo sul perché una pratica così diffusa all'estero non riuscisse ad inserirsi nel nostro paese (scoprendo che è solo una questione di "fiducia"), oggi ne contiamo l'incremento e apprendiamo che, per non rinunciare alle vacanze pasquali (fare il pieno costerà fino a 18 euro in più), gli automobilisti che cercano compagni di viaggio per dividersi le spese sono tantissimi. Rispetto al periodo di Pasqua 2011 in questi giorni Carpooling.it sta registrando un aumento dell'85% nelle richieste ed offerte di passaggi auto in condivisione. Il trend continua ad interessare prevalentemente le città del Nord Italia, in testa alle classifiche di viaggio.

A scegliere il car pooling o a decidere di sperimentarlo sono soprattutto i giovani introno ai 30 anni. Nella top ten pasquale delle città interessate si distinguono Milano e Roma, seguite da Verona, Bologna e Padova. Figurano poi in lista Firenze, Torino e Venezia, mentre Pisa e Trento chiudono la classifica. Tra le destinazioni più gettonate per le gite di quest'anno ci sono i centri medievali di Umbria (Perugia) e Toscana (Prato e Siena), come anche le mete gastronomiche in Emilia Romagna (Parma, Rimini e Modena). Ma non mancano i viaggi verso il Sud Italia, specialmente per Campania e Puglia. Parecchi sono anche i "passaggi" offerti o richiesti verso le nazioni limitrofe come Germania, Francia, Svizzera e Slovenia.

Autore:

Tag: Attualità , car pooling


Top