dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 28 marzo 2012

Incidenti e stranieri, sale l’allarme

In Italia, sale la presenza di stranieri nei sinistri

Incidenti e stranieri, sale l’allarme

Stranieri e sicurezza stradale: la materia è sempre delicata da trattare, perché si rischia di generalizzare, o di essere vittime di sciocchi pregiudizi; talvolta, il redattore potrebbe perfino essere tacciato di razzismo. Fatto sta che, stando ai freddi numeri dell'Asaps (Amici Polstrada), sugli incidenti stradali con stranieri nel 2011 e nel 2012
, su una campionatura di 1.000 episodi significativi con 401 morti, balza all'occhio un dato: 294 gli stranieri. C'è da riflettere.

QUALI SINISTRI
Qui non si parla di incidenti lievi, come un tamponamento da nulla; si tratta di sinistri pesantissimi, con decessi e feriti, che richiedono il soccorso delle Forze dell'ordine e delle ambulanze. Nel 2011, su 1.000 incidenti gravi, delle 401 vittime, ben 70 sono i pedoni (209 i feriti) di cui 51 proprio fra gli stranieri, e 39 i ciclisti deceduti, 198 le vittime fra i conducenti e i trasportati di auto o autocarri, 94 fra i motociclisti e scooteristi.


ALCOL, CHE PAURA
Dei 1000 incidenti 783 sono avvenuti di giorno e 217 di notte. Addirittura in 104 sinistri (10,4%) i conducenti erano in stato di ebbrezza da alcol (sei avevano assunto droga). I casi di pirateria sono stati 211 (21%) e in 125 episodi il pirata era straniero (12,5%).


DAI ROMENI AGLI SVIZZERI
Il primato negativo va ai romeni, che da soli sono stati coinvolti in 217 incidenti, pari al 21,7% del totale e addirittura nel 75,3% degli incidenti con protagonisti dell'area Unione europea. A seguire, gli europei extra Ue con 259 sinistri (26%), e 11 incidenti dei vicini elvetici (1,1%). Solo i gelidi numeri: ecco gli extracomunitari del continente africano con 203 incidenti (20,3%), gli asiatici con 115 (11,5%), e gli stranieri dell'america latina con 66 (6,6%). 
Particolarmente colpita la Lombardia con 198 sinistri, poi l'Emilia Romagna con 175, la Toscana 101, il Veneto 89, il Lazio 79.

QUEST'ANNO
Nel 2012, il 31,5% dei 280 incidenti gravi vede protagonisti cittadini comunitari: romeni in testa il 62,5%. Seguono gli extracomunitari europei pari al 21,9%, gli africani, 21,1%, gli asiatici 13,6%, i sudamericani 4,7%.

RC AUTO
Oltre a problemi per la sicurezza (incidenti, pirateria), è allarme anche per le polizze Rc auto: ovviamente, le Compagnie tengono conto dell'alto numero di stranieri coinvolti in incidenti con lesioni fisiche, quelli più costosi in termini di risarcimento. Inevitabile che, alla stipula della Rca, uno straniero extracomunitario paghi tariffe molto più elevate.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top