dalla Home

Curiosità

pubblicato il 27 marzo 2012

Fiat Grand Siena

In Brasile la nuova berlina Fiat a tre volumi su base "new Palio"

Fiat Grand Siena
Galleria fotografica - Fiat Grand SienaGalleria fotografica - Fiat Grand Siena
  • Fiat Grand Siena - anteprima 1
  • Fiat Grand Siena - anteprima 2
  • Fiat Grand Siena - anteprima 3
  • Fiat Grand Siena - anteprima 4
  • Fiat Grand Siena - anteprima 5
  • Fiat Grand Siena - anteprima 6

Per Fiat, il mercato brasiliano è sicuramente uno dei più importanti a livello internazionale. Localmente, sono previsti diversi modelli non presenti in Europa: è il caso della Fiat Siena / Fiat Linea, classica berlina a tre volumi derivata - come suggerisce il nome stesso - dalla Fiat Palio, e venduta in 14 anni in più di 813.000 esemplari. Ora, con l'arrivo della nuova generazione della Palio, viene presentata in Brasile anche la nuova Siena, che per l'occasione cambia nome in Grand Siena, in riferimento alle sue aumentate dimensioni.

DESIGN NATO IN ITALIA E IN BRASILE
La Grand Siena è stata completamente ridisegnata, all'esterno e all'interno, grazie alla partnership tra il "nostro" Centro Stile Italiano e a quello brasiliano di Betim; il risultato è una berlina che cerca di mascherare meglio che in precedenza la sensazione di tre volumi "derivata", e che ha ora forme più slanciate, nonostante le dimensioni relativamente compatte, il passo piuttosto corto, la carrozzeria sempre tendenzialmente stretta e alta. Da notare la calandra con il "baffo" cromato superiore, il parafango anteriore con il raccordo con il faro che ricorda la nostra Bravo, la fiancata semplice con la scalfitura lievemente a cuneo, la coda classica con lieve accenno di spoiler all'estremità del cofano bagagli, listello cromato di finitura alla base del cofano, logo Fiat al centro che funge anche da pulsante per l'apertura elettrica e targa nello scudo inferiore.

AMPIO SPAZIO INTERNO
La Grand Siena è costruita su una piattaforma più grande rispetto alla precedente (134 mm più lunga, 61 mm più larga, 53 mm più alta), e questo si traduce in uno spazio interno che risulta più ampio in tutte le dimensioni; anche il bagagliaio aumenta da 500 al valore di 520 litri, che risulta uno dei più grandi del suo segmento. All'interno la plancia curvilinea è caratterizzata da una consolle centrale curva, contenente le bocchette e la radio, e una "fascia" ondulata, che può essere richiesta con finiture diverse, e che separa la due zone del cruscotto, contenente al centro i comandi del clima; interessante anche il volante a tre razze, semplice ma sagomato in modo originale. Anche la strumentazione, realizzata da in Brasile da Magneti Marelli, è del tutto nuova, con grafica più moderna e retroilluminata, e funzionalità più "alla moda", come il Welcome Moving, il movimento degli elementi quando si accende la vettura. All'interno dell'abitacolo si trovano poi fino a 15 vani e tasche portaoggetti, a seconda degli allestimenti. Pur con una certa attenzione alla scelta dei materiali, le finiture appaiono alla vista meno curate rispetto alle versioni europee, ma di livello superiore rispetto alla Siena precedente, e in linea con la concorrenza locale.

EQUIPAGGIAMENTO MIGLIORATO
Rispetto al modello precedente e agli standard per il mercato brasiliano nella categoria, aumenta l'equipaggiamento, soprattutto in termini di sicurezza: la Grand Siena è equipaggiata con doppio airbag frontale, ABS ed EBD, mentre tra le opzioni ci sono la radio CD/MP3 con prese per lettori esterni e Bluetooth, volante in pelle con comandi radio, comandi al volante del cambio automatico, sensori pioggia, fari e parcheggio.

UN MOTORE CHE VA A BENZINA, ETANOLO O GAS
Il motore della Grand Siena sono il Fire 1.4 EVO da 85-88 CV, Flex o Tetrafuel, e l'E.torQ 1.6 16V Flex da 155 CV, mentre gli allestimenti nel mercato locale sono Attractive 1.4, Tetrafuel 1.4, Essence 1.6 16V ed Essence Dualogic 1.6 16V, con il noto cambio semi-automatico robotizzato Fiat. La novità, rispetto a motori già montati su altre vetture di Fiat Brasile, compresa la Siena precedente, è costituita dal Fire 1.4 EVO Tetrafuel, che può funzionare a etanolo o a benzina, ma anche ad ogni combinazione tra i due, e a gas naturale NVG. La sospensione posteriore proviene dalla Fiat Punto brasiliana, con regolazioni specifiche, e con carreggiata posteriore più ampia di quella anteriore, per una migliore tenuta di strada. La Siena precedente rimane in listino nelle versioni EL 1.0 e 1.4, come entry level della gamma.

E IN ITALIA?
Le berline a tre volumi realizzate in Brasile e derivate da una compatta non possono non far ricordare la sfortunata esperienza italiana della Fiat Duna, derivata dalla pur ottima Fiat Uno. Siena, Albea, Linea, sono vetture che non sono mai state importate nel nostro paese. C'è da dire, per contro, che in Europa c'è una certa richiesta di veicoli a tre volumi economici, e che le case internazionali stanno aumentando l'offerta in tal senso: in un periodo in cui il low cost sta diventando sempre più di attualità (per non dire una necessità), una Fiat economica a tre volumi "da famiglia" potrebbe anche avere un suo perché.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , Fiat , auto italiane , world car


Top