dalla Home

Novità

pubblicato il 7 settembre 2006

Citroen C-Métisse

Citroen C-Métisse
Galleria fotografica - Citroen C-MétisseGalleria fotografica - Citroen C-Métisse
  • Citroen C-Métisse - anteprima 1
  • Citroen C-Métisse - anteprima 2
  • Citroen C-Métisse - anteprima 3
  • Citroen C-Métisse - anteprima 4
  • Citroen C-Métisse - anteprima 5
  • Citroen C-Métisse - anteprima 6

A quanto pare ai francesi porta bene "giocare in casa" non c'è da stupirsi se in occasione del Salone Mondiale di Parigi 2006 le novità presentate dai Costruttori d'oltralpe saranno numerose.

È il caso di Citroen che si propone con C-Métisse, un'affascinante prototipo avente l'obiettivo di tracciare nuovi ed elevati standard per la Casa francese, sia in fatto di design che in quanto a prestazioni rigorosamente rispettose dell'ambiente.

Lo stile di C-Métisse ricorda un po' quello appena svelato da Peugeot con la sua Peugeot 908 RC , anche se sono diversi i particolari che differenziano le due Gran Turismo francesi.

Ad una prima occhiata C-Métisse, grazie a linee particolarmente filanti, nasconde parte delle abbondanti dimensioni che parlano di 4,74 m di lunghezza, 2 di larghezza e solo 1,24 m di altezza. All'anteriore spiccano i fari che affiancano il doppio chevron della calandra, e dotati di una serie di Led che illuminano gradualmente, in funzione dell'angolo del volante e della velocità del veicolo. Nella vista laterale emergono invece gli enormi cerchi con dado centrale gommati con pneumatici Michelin.

Particolare attenzione è stata dedicata all'aerodinamica, uno studio che ha portato ad ottimi risultati sintetizzabili in un CX da 0,30, ottenuto grazie ad una serie di equipaggiamenti innovativi come le bocchette d'aria nella parte anteriore, il fondo piatto sotto la vettura e ancora due alettoni posteriori retrattili e un diffusore ad ala fisso. Inoltre, l'adozione di una scocca in carbonio e una struttura portante al carbonio per il gruppo motopropulsore e il treno anteriore, consente a C-Métisse un peso di 1 400 kg, con batterie imbarcate.

A livello funzionale C-Métisse spicca per l'originalità delle portiere d'ingresso al veicolo: le anteriori si aprono ad ala di gabbiano, mentre le porte posteriori seguono una traiettoria elicoidale. Una volta all'interno il pilota dispone di un volante a comandi centrali fissi, che riunisce i principali comandi di confort e di assistenza alla guida (radio, limitatore di velocità, computer di bordo, illuminazione, indicatori di direzione e tergicristalli). La console centrale si prolunga poi nell'abitacolo con tre barrette luminose, che informano i passeggeri della modalità di propulsione ibrida in corso, con un gioco di luci (modalità ZEV, ricarica in corso, funzione "boost").

Dal punto di vista propulsivo C-Métisse dispone di una tecnologia molto innovativa. La catena di trazione ibrida Diesel che equipaggia la concept francese associa un motore termico Diesel a due motori elettrici ubicati nelle ruote posteriori. Il V6 HDi FAP, abbinato a un cambio automatico a 6 rapporti, che aziona le ruote anteriori, eroga una potenza di 208 cv mentre, i due motori elettrici, sviluppano una coppia unitaria di 400 Nm e una potenza unitaria di 20 cv. Grazie all'ibridazione Diesel, C-Métisse contribuisce al rispetto dell'ambiente, in particolare in utilizzo urbano, con la modalità ZEV (Zero Emission Vehicle) che permette di accedere ad una modalità completamente elettrica "estesa" in totale silenziosità (circa 3 km a 30 km/h) . C-Métisse segna livelli di consumo in ciclo misto di 6,5 l/ 100 km, ed emissioni di CO2 di 174 g/km, mantenendo comunque prestazioni interessanti: lo 0-100 km/h è coperto in 6,2 secondi, e i 1 000 m da fermo si superano in 25,4 secondi.

Oltre ai motori, la catena di trazione è composta da un pack di batterie ad alta tensione che alimenta i motori elettrici. Il pack, posto al centro del veicolo, viene ricaricato dai motori elettrici nelle fasi di decelerazione, trasformando l'energia cinetica del veicolo in energia elettrica. Il sistema di controllo della catena di trazione e di frenata, autentico cuore pulsante del sistema, gestisce automaticamente la configurazione energetica: passaggio da 2 a 4 ruote motrici, recupero dell'energia e ricarica della batteria.


Autore:

Tag: Novità , Citroen


Top