dalla Home

Novità

pubblicato il 19 febbraio 2007

Nissan Qashqai

Nissan Qashqai

Uscita di scena (molto discretamente) l'Almera, Nissan è pronta a rilanciarsi sul mercato del segmento C con la nuova Qashqai.
Innanzitutto vi chiederete da dove viene un nome del genere, apparentemente così difficile da pronunciare. Ebbene, "seguendo" Volkswagen con il suo Touareg, la Casa giapponese ha voluto evocare una tribù nomade che abitava il sud-ovest dell'Iran. Ed è proprio con il concetto di "nomade urbano" che la Casa giapponese vuole conquistare gli automobilisti europei, rivoluzionando un po' i canoni fin troppo conservatori di questo segmento...

La Qashqai non assomiglia affatto a un berlina compatta. Solo leggendo le sue dimensioni sulla scheda tecnica - 4,31 metri di lunghezza e 1,78 di larghezza - si rileva che questa vettura è leggermente più piccola di un'auto come la Ford Focus. I suoi numeri: passo 2630 mm, altezza 1610 mm, larghezza 1780 mm e lunghezza 4310 mm. Dunque la Qashqai è in media 100 mm più lunga di una berlina media, ma 150 mm più corta di un SUV. Analogamente, è più alta di 100-150 mm delle hatchback rivali, ma fino a 130 mm più bassa di un SUV.

Rispetto all'omonimo concept car che l'ha anticipata nel 2004, la Qashqai di serie è meno trasgressiva a livello stilistico. La metà superiore riprende il dinamismo di una berlina, con una silhouette filante e una linea di cintura ben marcata che, risalendo verso l'alto in coda, ricorda il retro compatto di una Murano. La porzione inferiore fa pensare invece a un SUV per l'impressione di solidità che le conferiscono i passaruota bombati e la buona altezza da terra.

Le proporzioni esterne con le quali si presenta la Qashqai incuriosiscono subito su come possa essere l'abitacolo. Entrarvi è molto agevole e il merito è evidentemente tutto degli 1,6 metri di altezza del corpo vettura. Una volta a bordo però, si nota come lo spazio a disposizione dei passeggeri non sia eccezionale, o meglio rientri nella norma. Il valore aggiunto sta tutto nel vano bagagli che vanta una capienza di ben 410 litri.
La strumentazione della Qashqai è fortemente orientata al pilota, che viene separato in modo netto dagli altri passeggeri. Un'impostazione che conferisce un piglio sportivo all'ambiente di guida ulteriormente enfatizzato dalla consolle centrale rialzata. Si apprezza anche la buona ergonomia dei comandi di bordo e il confort dei sedili che assicurano un sufficiente contenimento laterale e vantano la regolazione lombare.

Molto ricco è l'equipaggiamento che nella versione "Tekna" comprende addirittura i cerchi in lega da 17 pollici, il tetto panoramico, l'autoradio con caricatore per 6 CD, il climatizzatore automatico, il controllo della velocità e i sensori di parcheggio. Quest'ultimi, abbinati alla telecamera di retrovisione sono utilissimi per ovviare alla scarsa visibilità posteriore ostruita nella vista di ¾ dallo spessore dei montanti.

Su strada abbiamo provato la Qashqai con motore diesel 2.0 dCi, unità da 150 cavalli un po' ruvida ai bassi regimi, ma molto generosa quando si sale di giri. La vettura è penalizzata dalla massa vicina ai 1.600 chili, ma con questo motore riesce a spuntare un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h di circa 11 secondi nonché buone doti di ripresa.
La nostra versione è poi dotata di trazione All-Mode (ovvero a quattro ruote motrici), una bella garanzia per la sicurezza dinamica anche perchè il comportamento su strada è molto più vicino a quello di una berlina piuttosto che a un SUV.
Lo sterzo preciso assistito elettricamente, la buona taratura delle sospensioni e la frenata efficace, permettono in definitiva di prendere subito confidenza con il veicolo.

La gamma della Nissan Qashqai è composta da quattro propulsori, due a benzina e altrettanti a gasolio. L'entry level è un 1.6 da 115 cv e 156 Nm (175 km/h, 12 secondi nello 0-100 e 14,9 km/litro di media), offerto unicamente con cambio a cinque marce e trazione anteriore.
Il 2.0 da 140 cv e 196 Nm, è invece disponibile a due o quattro ruote motrici e sia con il cambio manuale a sei marce che con un automatico a variazione continua CVT, sempre a sei marce (a seconda della configurazione, la velocità massima è compresa tra 178 a 192 km/h, tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h tra 10,1 a 11,3 secondi e percorrenze da 11,9 a 12,5 km/l).

Per quanto riguarda le unità a gasolio, il top di gamma è il 2.0 dCi da 150 cv e 320 Nm con filtro antiparticolato. Anche questo propulsore è disponibile a scelta con trazione anteriore e cambio manuale a sei marce oppure con trazione integrale e cambio manuale o automatico a sei marce (velocità da 190 a 191 km/h, tempo di accelerazione 0-100 km/h compreso tra 10,5 a 10,9 secondi e percorrenze 14,5 a 15,2 km/litro per le versioni manuali).
Consigliato a chi vuole la migliore economia d'esercizio c'è infine il 1.5 dCi da 106 cv e 240 Nm, disponibile solo con il cambio manuale a sei marce e con la trazione anteriore (174 km/h, 12,2 secondi e 18,5 km/l).

Vediamo quindi gli allestimenti. Alla base della gamma c'è la Qashqai Visia, disponibile con i motori 1.6 (17.850 euro), 1.5 dCi (19.350 euro) e 2.0 dCi (21.950 euro). Nella dotazione di serie comprende 6 airbag, il computer di bordo, il climatizzatore manuale, l'autoradio con lettore cd e comandi al volante e il sistema Bluetooth; l'Esp è di serie solo per il motore 2.0 turbodiesel (optional a 600 euro sulle altre).
Quindi c'è la versione Acenta, disponibile per tutti e quattro i motori (1.6 a 20.450 euro, 2.0 a 22.650 euro, 1.5 dCi a 21.950 euro e 2.0 dCi a 23.950 euro). A giustificare la maggior spesa ci sono anche i sensori pioggia e crepuscolare, i cerchi in lega da 16", i fendinebbia e il volante in pelle, con il climatizzatore automatico.
Infine per i soliti incontentabili c'è la versione Tekna, sempre disponibile con i quattro motori (1.6 a 24.000 euro, 2.0 a 25.800 euro, 1.5 dCi a 25.500 euro e 2.0 dCi a 28.100 euro). Si tratta dell'allestimento top che propone di serie il tetto panoramico, la chiave elettronica Intelligent Key, il caricatore Cd in plancia, il cruise control, i sensori di parcheggio, i cerchi da 17" e, per le motorizzazioni 2.0, fin'anche gli interni in pelle e i fari allo xeno.
Il sistema di trazione integrale All-mode costa 2.000 euro, proprio come il navigatore satellitare, mentre 1.500 euro è il prezzo richiesto per il cambio automatico e per quello CVT.

Scegli Versione

Autore: Filippo Salza

Tag: Novità , Nissan

Nuovo commento 1 Commenti

1

OFFERTA PRESTITO APPLICA

Mr Excel

Pubblicato il 06/08/2013 alle 21:11

Avete bisogno di un prestito urgente? Se sì contattarci al numero (excelservices.managementonline@gmail.com) per ulteriori informazioni. OFFERTA PRESTITO APPLICA

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top