dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 marzo 2012

2011 controcorrente anche per Daimler

Valori di vendita in crescita in tutti i mercati internazionali, ad eccezione dell'Europa occidentale

2011 controcorrente anche per Daimler

Nel 2011 il Gruppo Daimler ha aumentato il proprio fatturato del 24%, passando dai 7.212 milioni di euro del 2010 a 8.977 milioni di euro. I veicoli venduti dall'intero gruppo sono stati 2,1 milioni, con un incremento dell'11%, e con un contributo importante da parte di tutti i marchi. Per il prossimo futuro, grazie agli investimenti del piano "Road to Emission-free Mobility", Daimler prevede di investire nell'ibrido e nell'elettrico e anche in nuovi sistemi di sicurezza, nonché ad incrementare le capacità produttive per modelli lanciati da poco, in particolare le classi A e B. Rispetto alla crescita globale del 4% prevista nel 2012, il gruppo tedesco ritiene di poter ottenere risultati di crescita percentuale analoghi a quelli del 2011, grazie soprattutto a Mercedes che, seguendo la strategia "Mercedes-Benz 2020", stima un'espansione in tutti i segmenti -ne sarà un esempio la prossima CLS Shooting Brake.

BUON RISULTATO PER MERCEDES, CON CLASSE C, CLASSE E E I SUV
Mercedes, Maybach e smart hanno venduto complessivamente nel 2011 1.362.908 unità, superando il risultato del 2010 (1.276.800) e ottenendo un valore mai raggiunto prima, grazie all'ampia disponibilità di scelta nella gamma. Il migliore è stato il marchio Mercedes, con 1.260.912 veicoli venduti (+8% rispetto al record del 2008). A livello internazionale, il modello più venduto è stata la Classe C, con 401.340 unità, pari a una crescita del 16,8% rispetto al 2010, seguita dalla Classe E (338,386 unità, +4.7%) e dai SUV (248,574 unità, +24.0%). La smart fortwo ha superato la soglia delle 100.000 unità vendute, con 101,996 veicoli e un incremento del +4.6%, mentre Maybach, nonostante le voci di una possibile chiusura, ha venduto più di 200 veicoli, facendo meglio del 2009 e del 2010. Valori positivi anche per Daimler Trucks (425.800 veicoli venduti, +20%), veicoli commerciali leggeri con marchio Mercedes (264.000 unità, +18%) e autobus Daimler.

STATI UNITI E MERCATI ORIENTALI IN CRESCITA, L'EUROPA ASPETTA LA CLASSE A
Dal punto di vista della distribuzione geografica, sono stati ottenuti ottimi risultati in Cina, con 193.339 veicoli venduti (+30,6%), e in generale in tutti i paesi orientali, con punte importanti in Russia (29,058 unità, +47.3%) e in India (7,089 unità, +22.7%). Anche in Brasile c'è stato un notevole incremento percentuale (10.197 veicoli, +35,3%), ma sono gli Stati Uniti a tenere banco: con 245.231 veicoli venduti (13.3%), gli USA sono il secondo mercato mondiale per Mercedes. E in Europa? La Germania rimane il primo mercato, e Mercedes rimane il primo tra i costruttori premium dal 1993, con 262.256 veicoli, che però sono in calo rispetto al 2010 (265.000); si attende la nuova Classe A, e l'aumento di produzione della Classe B, per provare a segnare nuovamente un valore positivo. Calo di vendite anche nel resto d'Europa, con 289.285 auto consegnate contro le 291.853 del 2010, con la sola eccezione del Regno Unito, che fa invece registrare una crescita del 10,1%.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top