dalla Home

Novità

pubblicato il 8 marzo 2012

Hyundai Veloster Turbo

La "nostra" coupé asimmetrica compressa ha 186 CV e va da 0 a 100 in 8,5 secondi

Hyundai Veloster Turbo
Galleria fotografica - Hyundai Veloster TurboGalleria fotografica - Hyundai Veloster Turbo
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 1
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 2
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 3
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 4
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 5
  • Hyundai Veloster Turbo - anteprima 6

La Hyundai Veloster, con la sua carrozzeria hatchback e l'accesso all'abitacolo attraverso tre porte "asimmetriche", costituisce un esempio originale di vettura sportiva compatta, mostrando anche la particolare vitalità progettuale della casa coreana. Dopo il debutto della Turbo USA all'ultimo Salone di Detroit, mancava nella gamma europea un motore più performante: mancanza colmata con la Veloster Turbo per l'Europa dotata del 4 cilindri 1,6 litri T-GDI e presente al Salone di Ginevra (8-18 marzo).

MENO POTENZA, PIÙ COPPIA
Sviluppato presso lo Hyundai Motor Europe Technical Centre di Rüsselsheim, Germania, il motore della Hyundai Veloster Turbo, dotato di intercooler, doppia fasatura variabile e iniezione diretta di benzina, permette di ottenere una potenza massima di 186 CV e una coppia massima di 270 Nm (la Veloster aspirata si ferma a 140 CV e 167 Nm). I valori sono diversi rispetto a quelli della versione Turbo per gli USA (204 CV e 265 Nm), perché il turbo "twin-scroll" è stato pensato specificamente per gli automobilisti europei, in particolare garantendo una buona "spinta" anche ai bassi regimi, prendendo come riferimento modelli analoghi come Opel Astra GTC o Volkswagen Scirocco. L'accelerazione da 0 a 100 km/h è coperta in circa 8,5 secondi, migliorando di oltre 1 secondo la performance della Veloster aspirata, mentre i valori di consumo ed emissioni, diversi rispetto alla versione USA, saranno rivelati al momento del lancio.

ASSETTO, CAMBIO E "SUONO" SPECIFICI
Ovviamente, i tecnici sono intervenuti anche sull'assetto della Hyundai Veloster Turbo, lavorando in particolare sulla regolazione delle sospensioni, ed è stata nuovamente tarata la risposta dello sterzo, migliorando prontezza e precisione. Il cambio è il 6 marce meccanico sviluppato da Hyundai, modificando i singoli rapporti per ottenere una migliore gestione della coppia. Anche il suono è adattato alle caratteristiche più performanti, con l'impiego di due terminali di scarico in luogo di quello trapezoidale della Veloster "normale".

LIEVE TUNING ESTETICO
Esteticamente, la Veloster Turbo presenta modifiche in alcuni dettagli, come l'ampia calandra esagonale, gli scudi paraurti anteriore e posteriore, le nuove appendici aerodinamiche inferiori, lo spoiler posteriore, le luci anteriori e posteriori con specifiche firme a LED e i cerchi in lega da 18" con inserti cromati; prevista anche l'inedita colorazione grigio scuro opaco. All'interno, sedili riscaldabili con rivestimenti in pelle, pannello strumenti con schermi TFT fra tachimetro e contagiri, pedaliera in alluminio e pulsante per l'avviamento. Tempi e listini europei della Veloster Turbo saranno svelati in un secondo momento.

Scheda Versione

Hyundai Veloster
Nome
Veloster
Anno
2011 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Hyundai , auto coreane , ginevra , nuovi motori


Top