dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 6 marzo 2012

Nissan Hi-Cross Concept

Il prototipo ibrido svela le linee della futura Qashqai

Nissan Hi-Cross Concept
Galleria fotografica - Nissan Hi-Cross ConceptGalleria fotografica - Nissan Hi-Cross Concept
  • Nissan Hi-Cross Concept - anteprima 1
  • Nissan Hi-Cross Concept - anteprima 2
  • Nissan Hi-Cross Concept - anteprima 3
  • Nissan Hi-Cross Concept - anteprima 4
  • Nissan Hi-Cross Concept - anteprima 5
  • Nissan Hi-Cross Concept - anteprima 6

Tra le concept più attese al Salone di Ginevra 2012 (8-18 marzo) c'è sicuramente la Nissan Hi-Cross: le sue forme infatti anticipano le linee guida per le generazioni future di crossover Nissan, che hanno riscosso un successo talora superiore alle attese nei mercati internazionali. Trattandosi di una segmento C, il riferimento, in particolare, è all'erede della fortunata Qashqai che, lanciata nel 2007, sarà sostituita dalla nuova generazione nel 2013. Tra le altre caratteristiche, il sistema di propulsione ibrido (benzina/elettrico), la nuova trasmissione a variazione continua CVT, lo spazioso abitacolo a 7 posti.

DESIGN TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE
La Hi-Cross Concept intende sondare le reazioni del pubblico in un segmento particolarmente delicato come quello delle crossover Nissan, che con il terzetto Juke-Qashqai-Murano ha reso la casa giapponese (alleata con Renault) un vero e proprio riferimento nella categoria. Non è un'operazione facile ridefinire il design di un modello di successo: la Hi-Cross nasce direttamente in Giappone e affronta una strada stilistica in parte nuova, con linee sinuose e muscolose nella fiancata, un frontale alto e importante, ampi parafanghi per ospitare i grandi cerchi da 21" e un padiglione ben sagomato ma non eccessivamente spiovente, per garantire il massimo dell'abitabilità interna. Elementi caratteristici sono anche la griglia a V del frontale, affiancata da originali gruppi ottici, e la linea marcata che parte dal cofano, attraversa la fiancata e termina nei montanti posteriori; in coda, i gruppi ottici hanno un'originale grafica che fa risaltare la linea luminosa dei fari.

DIMENSIONI COMPATTE E ABITACOLO A 7 POSTI
La Hi-Cross Concept è basata su una versione rivisitata della piattaforma C di Nissan, con passo di 2.780 mm, lunghezza di 4.660 mm, larghezza di 1.850 mm e altezza pari a 1.670 mm. All'interno, la Hi-Cross prevede tre file di sedili per un totale sette passeggeri, come l'attuale Quasqai+2; l'abitacolo è dominato da una plancia a forma di "ala a T".

IBRIDO DI NUOVA GENERAZIONE, BATTERIE AGLI IONI DI LITIO
Debutta sulla Nissan Hi-Cross un sistema ibrido con motore elettrico, batterie agli ioni di litio sviluppate da Nissan, e un motore 2 litri a iniezione diretta di benzina, capace di fornire prestazioni pari a quelle di un 2,5 litri, e parco nei consumi come un motore di cilindrata inferiore. Si tratta di una nuova tecnologia ibrida destinata a modelli a trazione anteriore, modificata per le quattro ruote motrici, che adotta un motore e due frizioni, e il cambio a variazione continua XTRONIC di nuova generazione, in grado di contribuire a ridurre i consumi del 10% rispetto al cambio CVT attuale, grazie alle pulegge dell'albero dal diametro ridotto, e all'inserimento di una nuova cinghia più efficiente. Come nella Nissan LEAF, la batteria è agli ioni di litio, ed è collegata a una centralina di controllo del motore elettrico, garantendo accelerazioni brillanti, e un uso sempre inferiore del motore a benzina, che viene spesso spento dal sistema nella guida in città, non solo durante il recupero di energia in frenata, ma anche durante la marcia.

LA VEDREMO NEL 2013?
François Bancon, vicedirettore generale della Divisione Product Strategy and Product Planning, dichiara: "È un concept e, come tale, esplora possibili idee per il futuro... ma non lascia dubbi sulle sue ambizioni. È un crossover che guarda la strada dall'alto, da cui il nome: Hi-Cross Concept". Il riferimento, però, è anche alla radice "hi", dalla parola inglese "high", che simboleggia "il valore, lo straordinario potenziale innovativo del gruppo motore e le emozioni che regalerà al pilota". Una sfida, dunque, per la ridefinizione delle crossover Nissan del futuro: vedremo nel 2013 quanto della Hi-Concept ritroveremo nella Qashqai di serie.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Nissan , auto giapponesi , ginevra , auto ibride


Top