dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 1 marzo 2012

Hyundai i-oniq concept

A Ginevra la prima Hyundai con motore elettrico, che anticipa il nuovo corso stilistico della casa

Hyundai i-oniq concept
Galleria fotografica - Hyundai i-oniq conceptGalleria fotografica - Hyundai i-oniq concept
  • Hyundai i-oniq concept - anteprima 1
  • Hyundai i-oniq concept - anteprima 2
  • Hyundai i-oniq concept - anteprima 3
  • Hyundai i-oniq concept - anteprima 4
  • Hyundai i-oniq concept - anteprima 5
  • Hyundai i-oniq concept - anteprima 6

Hyundai presenta al Salone di Ginevra (8-18 marzo) la i-oniq, sviluppata nel Centro ricerca e sviluppo europeo di Russelsheim in Germania, che esplora il nuovo linguaggio stilistico della casa coreana, entrata da tempo nella top five dei costruttori mondiali. Si tratta di una vettura sportiva a due volumi e coda tronca, dalle linee aerodinamiche e ricercate, dotata di motorizzazione elettrica ad autonomia estesa, per la prima volta in una Hyundai.

LO STILE "FLUIDIC SCULPTURE 2.0"
Il design della i-oniq (denominata anche HED-8) è definito "Scultura Fluida 2.0", ed è pensato come evoluzione del linguaggio adottato negli ultimi modelli dal centro stile europeo diretto da Thomas Burkle (ex-BMW), che hanno dato una svolta importante all'immagine del marchio. La i-oniq concept sfoggia proporzioni da coupé compatta, con una curiosa linea di cintura sdoppiata, un trattamento delle superfici che mette in evidenza la muscolatura, profili dolci che si alternano a tratti decisi, ben raccordati e armonizzati tra loro. Quasi l'intero tetto è in vetro, mentre i fari impiegano l'illuminazione a LED, che si ritrova anche nell'abitacolo; il frontale adotta una nuova calandra trapezoidale dai tratti "fluidi", che si estende sino alla zona inferiore dello scudo.

ABITACOLO 2+2
Nonostante le proporzioni la facciano sembrare una vettura compatta, la lunghezza è pari a 4,4 metri, e l'abitacolo consente di ospitare 4 passeggeri (anche se è definita una 2+2), distinguendo anche stilisticamente la zona posteriore da quella anteriore, più orientata verso il pilota. In particolare, è prevista una specifica interfaccia user-friendly, che permette di eseguire ogni comando attraverso il touch-screen sulla parte inferiore del volante, e di proiettare le informazioni sul display nel cruscotto.

LA PRIMA ELETTRICA "RANGE EXTENDER" DI HYUNDAI
Il nuovo posizionamento di Hyundai, "New Thinking. New Possibilities", si esprime invece con il debutto di un motore interamente elettrico da 109 CV con batterie agli ioni di litio; questo è abbinato ad un motore a benzina range extender a 3 cilindri da 1 litro, tramite un generatore: in questo modo l'autonomia "elettrica" è di 120 km, e quella complessiva di circa 700 km, con emissioni ridotte a 45 g/km di CO2. Vedremo prossimamente quanto della i-oniq concept sarà effettivamente trasferito nelle future auto della casa, in termini di stile e tecnologia.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Hyundai , auto coreane , ginevra


Top