dalla Home

Curiosità

pubblicato il 29 febbraio 2012

Riparazioni fai da te, le fa uno su due

Forature, cambio olio, controllo candele: i migliori sono gli over 45

Riparazioni fai da te, le fa uno su due

C'era una volta il classico fai-da-te, l'attività preferita dall'automobilista appassionato, quello che invece di consegnare la macchina al meccanico, si cimentava in prima persona nella manutenzione, nella riparazione o nell'installazione di un accessorio sulla sua auto. Oggi, anche per via della crescente complessità delle vetture, i bricoleur dell'auto sono sempre meno, secondo i dati raccolti dal Centro Studi e Documentazione Direct Line. Più di un italiano su due (54%) confessa infatti di non avere le competenze per effettuare alcun tipo di intervento sulla vettura in caso di guasto. Il 31% ha più confidenza con il motore e ammette di essere in grado all'occorrenza di effettuare riparazioni di piccola entità, mentre il 12% dichiara di essere appassionato di motori e di occuparsi con regolarità della manutenzione della propria auto, non lasciandola nelle mani di nessun altro. Infine il restante 4% non si cura dei segnali d'allarme della propria vettura finché questa non si ferma.

FACCIO DA ME SE...
Lo studio fotografa anche quali sono le riparazioni più agevoli per gli automobilisti italiani: in questa particolare classifica gli intervistati mettono al primo posto il cambio di una gomma forata (75%), seguito dal controllo di candele, olio e acqua (70%) e dall'installazione delle catene da neve (60%). Non mancano coloro che si dilettano in piccole modifiche e personalizzazioni del motore (11%). Il 4% del campione ammette invece di accorgersi a malapena delle spie luminose che segnalano malfunzionamenti e il 2% dichiara di essere davvero refrattario a qualsiasi tipo di intervento. Dal sondaggio emerge inoltre che i più esperti nella manutenzione auto risultano essere gli over 45, invece l'8% degli under 25 dichiara di non notare spie luminose e non accorgersi neanche di guasti al motore.

GUASTO: CHE FARE?
Dal sondaggio risulta inoltre che in caso di auto in panne, gli italiani reagiscono prospettando diverse soluzioni: 2 italiani su 3 (66%) chiamano subito il soccorso stradale per avere assistenza, mentre il 10% del campione, allarmato dalla situazione, chiede aiuto ad un passante (nello specifico un 13% di donne e un 7% di uomini), ma c'è anche un 8% si incammina alla ricerca di una stazione di servizio mentre il 16% si rimbocca le maniche e cerca di aggiustare il guasto: il 26% sono uomini ma c'è anche un 6% di donne che non ha paura di sporcarsi le mani.

Autore:

Tag: Curiosità , statistiche


Top