dalla Home

Accessori

pubblicato il 28 febbraio 2012

Da Lexus il climatizzatore che idrata la pelle

Le nanotecnologie sbarcano nell’abitacolo della nuova GS 450h

Da Lexus il climatizzatore che idrata la pelle
Galleria fotografica - Lexus GS 450h - Il climatizzatore a nanoparticelleGalleria fotografica - Lexus GS 450h - Il climatizzatore a nanoparticelle
  • Lexus GS 450h - Il climatizzatore a nanoparticelle - anteprima 1
  • Lexus GS 450h - Il climatizzatore a nanoparticelle - anteprima 2
  • Lexus GS 450h - Il climatizzatore a nanoparticelle - anteprima 3
  • Lexus GS 450h - Il climatizzatore a nanoparticelle - anteprima 4

State guidando la nuova Lexus GS 450h, magari per andare alle terme, e il climatizzatore inizia già ad idratare la vostra pelle. Il merito è dell'impianto "S-Flow" con tecnologia Nanoe, che la casa giapponese introduce sulla sua ultima creazione e in grado di rilasciare nanoparticelle con una carica di umidità di 1.000 volte superiore rispetto alla normalità, ottenendo un migliore assorbimento degli odori presenti nell'abitacolo e prendendosi cura degli occupanti. Il miglioramento a livello macro del comfort termico si misura quindi in termini di nanometri (milardesimi di metro). Vediamo come.

FA DI TESTA SUA
L'impianto di climatizzazione "S-Flow" della Lexus GS 450h ha poi altre frecce al proprio arco, risultando più leggero e compatto, nonché 10 volte più potente del sistema attuale. Specifiche strategie di funzionamento della logica di controllo mirano a massimizzare l'efficienza energetica, gestendo nel modo più appropriato la temperatura e i flussi. L'elettronica dapprima monitora tramite sensori quali sedili siano effettivamente occupati, provvedendo così ad escludere la ventilazione sulle bocchette superflue. Fra i parametri di controllo, inoltre, alla temperatura esterna ed interna si aggiunge la determinazione dell'esposizione della vettura al sole, utile per ottimizzare l'intervento del climatizzatore. La regolazione dei flussi avviene suddividendo la portata d'aria in base alle richieste di ciascun occupante e tenendo separata la parte superiore da quella inferiore dell'abitacolo.

UNA COSA ALLA VOLTA
Quando il freddo o il caldo si fanno estremi, il climatizzatore S-Flow della nuova Lexus GS 450h mette in atto due fasi d'intervento gestire la dinamica termica dell'abitacolo: nella prima fase, l'impianto concentra la propria azione su tutta la volumetria interna, per dedicarsi poi ad ogni singolo occupante in un secondo momento. Per eliminare la condensa dal parabrezza e prevenire i fenomeni di appannamento, è possibile dirigere sul vetro l'aria esterna "secca", convogliando contemporaneamente sui passeggeri il flusso proveniente dal ricircolo interno, ad umidità controllata. La nuova GS 450h, ha infine un filtro antiparticolato "deodorante" che filtra i gas di scarico provenienti dall'esterno, oltre che trattenere pollini, polvere, e impurità.

Autore:

Tag: Accessori , Lexus , auto giapponesi


Top