dalla Home

Novità

pubblicato il 20 febbraio 2012

Aston Martin Vantage model year 2012

La V8 affila gli artigli, la S è più ricca, la V12 resta invariata e la Zagato si farà

Aston Martin Vantage model year 2012

Da supercar raffinata qual è, l'Aston Martin Vantage si rinnova, ma nel segno dell'affinamento. In occasione del Salone di Ginevra (8-18 marzo), la Casa di Gaydon espone al proprio stand la gamma 2012 della sportiva che rivaleggia con BMW M6, Audi R8, Ferrari California, Jaguar XKR-S, Lamborghini Gallardo LP550-2, Maserati Granturismo 4.7 V8 e Porsche 911. Con al top dell'offerta le due versioni a 12 cilindri - nuova la serie limitata V12 Zagato, invariata la V12 Vantage - e al centro l'affilata Vantage S, da cui il model year 2012 trae la maggior parte delle migliorie. I prezzi italiani delle Aston Martin Vantage, aggiornate sia nella variante Coupé sia nella Roadster, partono dai 111.577 euro delle V8 Vantage per arrivare ai 178.200 euro della V12 Vantage, passando attraverso i 131.936 euro della V8 Vantage S.

RIMANE SE STESSA
Il DNA che gli interventi MY 2012 ereditano dagli upgrade apportati un anno fa alla Vantage S si manifestano già nell'estetica, che ora caratterizza già le entry level V8 Vantage Coupé e Roadster con un nuovo paraurti provvisto di spoiler, sormontato da una presa d'aria maggiorata per la "respirazione" del motore. Il retrotreno, d'altro canto, si caratterizza per un diffusore che ha sia funzione aerodinamica che estetica.

MA E' PIU' AGILE
Sotto il cofano delle 8 cilindri meno potenti alloggia lo stesso 4.7 da 426 CV del recente passato Aston Martin, mentre in tema di trasmissioni si segnala l'introduzione del 7 marce sequenziale Sportshift II della Vantage S, che rimpiazza (a fianco del 6 marce manuale di serie) l'automatico a 6 rapporti Sportshift. Grazie alla rapportatura ravvicinata, al rapporto di trasmissione finale più corto e ai passaggi marcia più rapidi le prestazioni velocistiche della V8 Vantage Coupé e Roadster si sposano con i miglioramenti apportati all'autotelaio di meccanica. Lo sterzo, in particolare, adotta il comando della Vantage S, con un rapporto di demoltiplicazione più diretto (15:1 contro il precedente valore di 17:1) e un modulo di servoassistenza dotato di differenti gruppi valvolari. Le masse non sospese si compongono di freni con dischi in acciaio autoventilanti da 380 mm di diametro e pinze a 6 pistoncini (e sistema elettronico HIll Start Assist) e pneumatici di sezione maggiorata (+10 mm).

OFFRE DI PIU', CON LA STESSA VELOCITA'
A distinguere la più potente V8 della gamma sono ancora 10 CV di potenza: il motore della Vantage S MY 2012 continua ad erogare 436 CV a 7.000 giri/min e 490 Nm a 5.000 giri/min. Immutata anche la scheda tecnica al capitolo trasmissione (ritroviamo il sequenziale Sportshift II) e il sound è garantito dall'impianto di scarico sportivo. La leggerezza della S si basa sempre sull'utilizzo di materiali compositi, come la fibra di carbonio con cui è realizzato il kit aerodinamico, così come non mancano i materiali pregiati che rivestono l''abitacolo. Qualche novità si registra infine nelle dotazioni, con il avigatore sviluppato assieme a Garmin di serie, assieme alla connessione Bluetooth e al cruise control.

12 CILINDRI INTOCCABILI
Anche con il model year 2012, l'Aston Martin V12 Vantage (517 CV, 305 km/h, 4,2 secondi nello 0-100 km/h) continua ad essere prodotta immutata rispetto al passato, mentre si prevede che l'avvio produttivo della serie limitata V12 Zagato possa realizzarsi al termine del 2012.

Aston Martin V12 Vantage Coupé

Aston Martin V12 Vantage Coupé
Nome
V12 Vantage Coupé
Anno
2009
Tipo
Extralusso
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA
Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top