dalla Home

Novità

pubblicato il 20 febbraio 2012

Lancia Flavia Cabrio

Debutta a Ginevra la versione definitiva della Chrysler 200 cabrio marchiata Lancia

Lancia Flavia Cabrio
Galleria fotografica - Lancia Flavia CabrioGalleria fotografica - Lancia Flavia Cabrio
  • Lancia Flavia Cabrio - anteprima 1
  • Lancia Flavia Cabrio - anteprima 2
  • Lancia Flavia Cabrio - anteprima 3
  • Lancia Flavia Cabrio - anteprima 4
  • Lancia Flavia Cabrio - anteprima 5
  • Lancia Flavia Cabrio - anteprima 6

Tra gli effetti immediati dell'arrivo di Fiat nel gruppo Chrysler nell'ambito dei marchi italiani, c'è sicuramente la totale integrazione tra Lancia e Chrysler, utilizzando il nome italiano anche per vetture progettate e realizzate negli Stati Uniti, e ricostituendo in tempi brevi una gamma completa. Per i puristi del marchio, l'operazione ha l'aria di un compromesso; per i "realisti", è invece una possibilità importante, soprattutto pensando agli sviluppi futuri della gamma stessa. Manca ancora un prodotto nel segmento D, quello delle berline medio-grandi: rimedia parzialmente la nuova Lancia Flavia Cabrio, che arriva nella versione definitiva al Salone di Ginevra (8-18 marzo), dopo le anticipazioni al Motor Show di Bologna 2011 e in altri saloni.

MADE IN USA E SOLO CABRIO
Si tratta di una soluzione intermedia, in attesa di avere un futuro progetto totalmente integrato con Chrysler: la Flavia Cabrio è infatti l'interpretazione in chiave Lancia (ed europea) della Chrysler 200. La scelta è però ricaduta solo sul modello cabrio, evidentemente per vari motivi: da problemi di sovrapposizione con l'attuale Delta, alla necessità di un progetto specifico per l'Europa, fino alla possibilità di piazzare meglio, in questa fase di riorganizzazione della gamma, un prodotto "di nicchia" come una cabrio di segmento D, finora tra l'altro assente dal panorama dei marchi italiani. La Flavia sarà prodotta nello stabilimento di Sterling Heights nello stato del Michigan (USA): è dunque un modello "americano", ma con un'elaborazione specifica per l'Europa in termini di finiture, materiali e allestimenti.

ESTETICA ELEGANTE E "QUASI" EUROPEA
La nuova Flavia Cabrio mantiene le misure della Chrysler 200, che si pone ai vertici del segmento D: è infatti lunga ben 4,9 m e larga 1,8 m, a fronte di un'altezza ridotta (1,4 m) e di un generoso passo (276 cm). L'aspetto generale appare sempre legato ad un gusto "all'americana", ma forse un po' meno rispetto alla Thema, grazie allo stile complessivamente più semplice. Rispetto alla versione Chrysler, all'esterno cambia in pratica la sola griglia, con i listelli orizzontali che formano "tridimensionalmente" lo scudo Lancia, non molto personale, ma abbastanza elegante. I fari anteriori sono avvolgenti e sottili, e dotati di "firma" a LED, come impone la moda attuale, mentre la fiancata, con una semplice nervatura in evidenza, appare semplice e lineare, mettendo in risalto i grandi cerchi da 18". In coda, i piccoli fanali posteriori avvolgenti con luci a LED sono collegati da una barra cromata, sotto la quale si apre il vano targa, e quindi l'estrattore inferiore con il terminale di scarico cromato. La capote è a comando elettrico, ma è in tela: questo ha permesso di realizzare una coda non particolarmente alta, e di garantire un bagagliaio piuttosto ampio -377 litri con capote chiusa, 198 litri con capote aperta. Sono proposti sei colori esterni - Deep Cherry, Bright White, Silver, Black, Mineral Grey, Blackberry, ai quali sono abbinabili due tonalità di interni (nero e bicolore nero/bianco) e due colori per la capote, nero e beige. A Ginevra sono esposti due esemplari, nei colori Bright White con interni in pelle bicolore nero/bianca, e Mineral Grey con interni in pelle nera.

INTERNI DI PREGIO E ALLESTIMENTI FULL OPTIONAL
Dove il Centro Stile Lancia ha agito in modo più evidente, così come nella Lancia Thema, è nella ridefinizione degli interni, adatti al gusto europeo. In evidenza la nuova consolle centrale con cornici cromate, display multimediale e orologio analogico, il volante inedito con pelle "pieno fiore" e comandi integrati, i sedili in pelle pregiata dotati di appoggiatesta "attivi". Uno solo l'allestimento disponibile, che offre un'ampia dotazione di serie: tra questi, la selleria in pelle, il sensore crepuscolare, il climatizzatore automatico, il sistema di rilevamento pressione pneumatici (TPMS), la capote azionabile con telecomando, il sistema Keyless Entry, i sedili riscaldati e regolabili elettricamente; da segnalare anche il sistema multimediale Uconnect con navigatore satellitare, connettività Bluetooth e impianto Hi-Fi "Boston Acoustics Sound System" dotato di 6 altoparlanti e un hard disk da 40GB.

UN SOLO MOTORE 2,4 A BENZINA
Niente motore a gasolio, ma un propulsore a benzina di impostazione americana: si tratta del 4 cilindri 2,4 litri che equipaggia altre vetture Chrysler, con potenza massima di 175 CV a 6.000 giri/min., coppia massima di 225 Nm a 4.400 giri/min. e cambio automatico a 6 marce. Un motore adatto ad una cabrio di nicchia, che potrebbe ricavarsi un certo numero di estimatori anche in Europa, dove sarà ordinabile a partire dal mese di marzo.

Scheda Versione

Lancia Flavia
Nome
Flavia
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
Cabriolet
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Lancia , auto europee , ginevra , auto italiane


Top